Addio al grande maestro Jannis Kounellis

Il direttore Sylvain Bellenger ricorda Jannis Kounellis con le parole di Andrea Viliani, direttore del Museo Madre, e con un sentito ringraziamento per la magnifica opera Senza Titolo donata dall’artista scomparso al Museo di Capodimonte.

Stasera è morto Jannis Kounellis, il grande artista dell’Arte Povera con cui, nel 2006, inaugurò il museo Madre, e di cui il museo conserva in collezione tre opere bellissime.

Domani e nei prossimi giorni lo ricorderanno giornali e TV, ma io lo vorrei fare stasera con questo sms, inviato ad alcune amiche e amici: grazie “Gianni”.

L’Italia che avevi scelto come tua nuova patria, così come la Campania, Napoli e il Madre – che tanto hai amato e reso fin dalla sua apertura uno straordinario teatro della forza e dell’intelligenza, dell’arte e della vita – non ti dimenticheranno…

Evviva l’arte e gli artisti contemporanei che, come te, ci hanno reso donne e uomini migliori, più coraggiosi, contro ogni compromesso etico ed estetico.

Sono orgoglioso stanotte di poterti salutare, e fiero, domani mattina, di varcare la soglia di un museo che ti deve così tanto, e continuare questa tua, mia, nostra pacifica ma indomita battaglia.
Andrea Viliani

 

Qui la collezione di Arte Contemporanea del Museo di Capodimonte con l’opera del maestro Jannis Kounellis.