Capodimonte oggi racconta… la mostra “Gemito, dalla scultura al disegno”

In questa rubrica “Capodimonte oggi racconta”, Jean-Loup Champion ci ha già presentato Vincenzo Gemito, artista, uomo e eterno ‘scugnizzo’ nell’animo.

Oggi vogliamo svelarvi la mostra Gemito, dalla scultura al disegno, il cui allestimento è stato bruscamente interrotto dall’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Covid-19 e che avremmo inaugurato proprio in queste ore.

Lo facciamo con tre testimonianze d’eccezione.

Un video di quindici minuti del co-curatore Carmine Romano ci svela ben 100 opere dell’artista tra le 150 che saranno esposte portandoci idealmente nelle sale che aspettano solo di essere riaperte (speriamo tutti a breve!).

Le parole dell’architetto Roberto Cremascoli (COR arquitectos) sulla scelta del tipo di allestimento ci fanno capire che “non è possibile separare l’artista dalla sua città”

E il direttore Sylvain Bellenger ci regala la sua ‘introduzione’ alla mostra nel continuo fil rouge tra Napoli e Parigi.

 

Accomodatevi pure e cominciate con noi il viaggio alla scoperta della mostra Gemito, dalla scultura al disegno. 

E domani non perdete il racconto di Maria Tamajo Contarini, co-curatrice della mostra e storico dell’arte del Museo e Real Bosco di Capodimonte che ci farà conoscere le opere di Gemito presenti nelle collezioni del museo, grazie alle acquisizioni e alle donazioni.

 

Capodimonte oggi racconta… Vincenzo Gemito

L’emergenza sanitaria da Covid-19 ci ha sorpreso nel pieno dell’allestimento della mostra Gemito. Dalla scultura al disegno, a cura di Jean-Loup Champion, Maria Tamajo Contarini e Carmine Romano.

La data di inaugurazione prevista (giovedì 19 marzo 2020) è saltata e la frenesia e l’entusiasmo che accompagnano da sempre il dietro le quinte di ogni esposizione hanno subìto una brusca frenata.

Ma Gemito e la sua arte occupano prepotentemente i nostri pensieri e non resistiamo alla voglia di “presentarvelo”.

Per questo Capodimonte oggi racconta… Gemito. 

Lo fa per noi uno dei curatori della mostra Jean-Loup Champion, già protagonista dell’esposizione al Petit Palais di Parigi, solo qualche mese fa.

Capodimonte oggi racconta… Il museo di Molajoli e de Felice nel 1957

Vi stiamo presentando, giorno dopo giorno, i nostri dipinti, i nostri capolavori di arti applicate, vi abbiamo condotto – tra i nostri amati alberi – alla scoperta del Real Bosco.

Oggi vogliamo portare indietro le lancette dell’orologio e ritornare laddove tutto è cominciato con le idee di Bruno Molajoli, i progetti di Ezio Bruno de Felice e molto altro ancora.

Capodimonte oggi racconta, grazie all’architetto Rosa Romano del Dipartimento scientifico del Museo e Real Bosco di Capodimonte, la sua storia a partire dalla Seconda Guerra Mondiale.

Capodimonte oggi racconta… le vaccinazioni alla Reggia

Oggi vi offriamo una pagina inedita del Museo e Real Bosco di Capodimonte con l’augurio che la comunità scientifica internazionale riesca a domare presto l’insidioso coronavirus, trovando una cura, se non addirittura un vaccino.

Una testimonianza storica importante che ci regala Benedetta de Falco, presidente del Premio GreenCare Aps, da sempre al fianco della direzione di Capodimonte nella diffusione dei principi di sostenibilità ambientale.

Capodimonte oggi racconta… le vaccinazioni del 1913 alla Reggia.

Letizia di Canova

Capodimonte oggi racconta… la Letizia di Canova

Vi abbiamo raccontato alcuni dei nostri dipinti, la celebre Cassetta Farnese gioiello dell’oreficeria del Cinquecento, e perfino ‘accompagnato’ – seppure solo ‘virtualmente’ – nel nostro Bosco Reale.

Oggi torniamo alla Reggia per parlarvi di un restauro davvero speciale.

Capodimonte oggi racconta il restauro della Letizia di Canova.

Lo fa per noi Alessia Zaccaria del Dipartimento di Restauro del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Capodimonte oggi racconta… la Cassetta Farnese

La narrazione dei nostri capolavori non si ferma.

Capodimonte oggi racconta… un vero caposaldo della Collezione Farnese: la Cassetta Farnese.

È considerata – insieme alla celeberrima Saliera di Benvenuto Cellini, conservata al Kunsthistorisches Museum di Vienna – una delle testimonianze più eclatanti dell’eleganza, del lusso raffinato, della creatività nell’arte di tutti i tempi.

Ce la presenta Patrizia Piscitello, responsabile dell’Ufficio Mostre del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Oggi vi raccontiamo… Il Ritratto di fra Luca Pacioli

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte, insieme al Mibact, aderisce alla campagna #iorestoacasa per indurre a comportamenti responsabili che possano ridurre il rischio da contagio dovuto al Covid-19.

In questi giorni di chiusura forzata del Museo, abbiamo deciso di raccontarvi il nostro immenso patrimonio artistico e botanico, giorno per giorno.

Oggi Alessandra Rullo, storico dell’arte  e curatore XV secolo del Museo e Real Bosco di Capodimonte, ci racconta il Ritratto di fra Luca Pacioli con un allievo: uno dei dipinti più evocativi dell’Umanesimo rinascimentale, e in particolare degli studi sulla matematica e la geometria che animarono le principali corti italiane del Quattrocento.