Iniziamo l’anno in arte con Tesori da scoprire e Musica alla Reggia

Domenica 8 gennaio doppio appuntamento al Museo e Real Bosco di Capodimonte tra arte e musica. Alle ore 11.00 il percorso guidato alla scoperta delle arti applicate presenti nelle collezioni e delle loro differenti tecniche esecutive, dalla Galleria delle cose rare nella Collezione Farnese alla Galleria delle porcellane e ai Gruppi presepiali del Settecento della Collezione Catello negli Appartamenti Reali.

Alle ore 17.00 nel Salone delle Feste il Concerto di inizio anno a Capodimonte dedicato a Veermer Vienna e Napoli: Grand Tour al tempo di Valzer replica il Concerto di Capodanno del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli che ha riscosso un enorme successo di pubblico.

Hyes Attis in Concerto d’Epifania

Venerdì 6 gennaio vi invitiamo a trascorrere l’Epifania al Museo e Real Bosco di Capodimonte con il concerto nel Salone delle Feste alle ore 11.30 del gruppo musicale Hyes Attis che ripropone l’antica tradizione musicale e popolare del sud Italia con un repertorio di tammurriate, tarantelle e villanelle campane, tarantelle del gargano, pizziche pugliesi e tarantelle calabresi.
Per cominciare l’anno in musica!

Capodanno 2017

Capodanno a Capodimonte

Domenica 1 gennaio per la prima #domenicalmuseo ad ingresso gratuito del 2017 il Museo di Capodimonte sarà eccezionalmente aperto dalle 11.00 alle 19.00, per un capodanno d’arte.

Auguriamo a tutti buon anno e vi invitiamo a festeggiare con noi partecipando, alle 16.30, al percorso guidato gratuito dedicato a una rivisitazione dei raffinati oggetti della Wunderkammer.

Caccia al tesoro

Caccia al tesoro tra i capolavori del Museo di Capodimonte Christmas Edition

Prosegue l’iniziativa Scopri il tuo museo che i servizi didattici del Museo di Capodimonte propongono ai più piccoli e alle loro famiglie e che riscuote sempre grandissimo successo grazie alla tradizione didattica del Museo, capace di avvicinare con un linguaggio ad hoc, e percorsi appositamente studiati, i più piccoli ai capolavori della collezione permanente.
Lunedì 26 dicembre ci sarà la versione natalizia dell’iniziativa: alle ore 10.30, il Museo accoglierà i bambini che potranno, grazie a una caccia al tesoro, divertirsi imparando, raccontando poi, tramite disegni e parole ciò che li ha colpiti, interessati o sorpresi.

Domenico Spinosa

Capodimonte per Domenico Spinosa

Anche il Museo di Capodimonte rende omaggio a Domenico Spinosa (Napoli, 1916 – 2007), tra i maggiori interpreti dell’arte Informale in Italia, in occasione della mostra Domenico Spinosa. 100 anni dopo a Villa Pignatelli, a cura di Valentina Lanzilli e Aurora Spinosa.

Da giovedì 22 dicembre alle ore 17.00, accanto ai dipinti della sezione di Contemporaneo del MuseoÈ nata una larva e Tempio grigio (1959) – si potranno ammirare altre opere della maturità artistica di Spinosa,  Torchio tipografico (1958), Il proiettore al sole, Natura morta e Luce bianca (1961).

Laboratorio di disegno di Caroline Peyron

Sabato 17 dicembre al Museo di Capodimonte il terzo appuntamento promosso da Amici di Capodimonte onlus del Laboratorio di disegno a cura di Caroline Peyron, artista francese che da molti anni lavora sul disegno, come strumento per insegnare a guardare le opere nei musei.

La VII edizione del laboratorio è dedicata alla Natura osservata sia nel Real Bosco che nelle Collezioni del Museo di Capodimonte.

Mele

MeLe progetto2. Piccole mani sulla città

Domenica 18 dicembre alle ore 11.00 prende il via con Napoli, città di palazzi, il primo dei laboratori della seconda edizione di MeLe Progetto, a cura di Archipicchia! Architettura per Bambini, attività laboratoriale fondata su temi legati all’architettura, rivolta a bambini a partire dai 5 anni di età, che si svolgerà nello spazio di esposizione permanente del Museo di Capodimonte dedicato alla collezione dei Manifesti Mele, sempre di domenica e sempre dalle ore 11.00 alle ore 12.30.

L’iniziativa, promossa dal Museo di Capodimonte e dall’Associazione Amici di Capodimonte onlus, e che si articola in incontri mensili, da dicembre 2016 a maggio 2017, è realizzata grazie al contributo della Fondazione Emiddio Mele, che ne sostiene interamente i costi, per assicurare la partecipazione gratuita a tutti i bambini.

Le Passioni di Carlo

Le Passioni di Carlo. Musica e vino alla corte dei Borbone

Giovedì 8 dicembresabato 10 dicembre domenica 11 dicembre il Museo e Real Bosco di Capodimonte ospiterà tre appuntamenti della rassegna musicale Le Passioni di Carlo, manifestazione realizzata e promossa da Ravello Creative Lab, l’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Napoli e dalla Regione Campania nell’ambito del Natale a Napoli.

Una rassegna di otto concerti organizzati in quattro prestigiosi luoghi d’arte legati alla figura di Carlo di Borbone: il Palazzo Reale, il Museo e Real Bosco di Capodimonte, il Museo Archeologico Nazionale e l’Accademia di Belle Arti.

Aspettando il Natale al Museo di Capodimonte alla scoperta del Presepe

Giovedì 8 dicembre alle ore 16.30, il Museo e Real Bosco di Capodimonte offre ai visitatori un percorso narrato alla scoperta del presepe napoletano sui meravigliosi Gruppi presepiali del Settecento tra i tesori della Collezione Catello.

Con l’approssimarsi del Natale, è un’occasione per conoscere una delle più prestigiose raccolte presepiali al mondo, che si è formata sul finire dell’Ottocento grazie alla passione collezionistica di Giuseppe Catello, autore egli stesso di presepi conservati in numerose chiese napoletane.

Domenica gratuita al Museo con Vermeer

Domenica 4 dicembre per la #domenicalmuseo ad ingresso gratuito alle ore 10.00 e alle ore 11.30, il Museo e Real Bosco di Capodimonte dedica l’usuale percorso guidato alla Donna con il liuto, capolavoro di Jan Vermeer, prestito eccezionale del Metropolitan Museum of Art di New York in mostra al Museo napoletano, e per la prima volta in città, dal 18 novembre 2016 al 9 febbraio 2017.

Vermeer è tutto qui. L’inventore più valido della pittura d’oggi è tutto qui.
Ma mi pare che quel ‘qui’ sia una vastità (G. Ungaretti, 1967)

 

Carmen Pellegrino. L’abbandono, la terra e le anime vaganti

Giovedì 1 dicembre al Museo di Capodimonte si parla del romanzo edito da Giunti Cade la terra di Carmen Pellegrino al nuovo appuntamento alle ore 17.30 con il Salotto letterario del Museo di Capodimonte a cura di Anna Petrazzuolo.

Un paese abbandonato, Alento, simbolo dei luoghi dell’oblio dei singoli personaggi, è il borgo in cui le anime franano con il paesaggio circostante: voci, dialoghi, storie di un mondo chiuso si confondono con la stessa terra nera dalla quale nascono.

 

Phallaina al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Dal 21 novembre al 30 marzo il Real Bosco di Capodimonte ospiterà per la prima volta il progetto Phallaina di Marietta Ren, un dispositivo narrativo ibrido composto da un romanzo grafico digitale concepito per gli schermi tattili e da un arazzo visivo, sonoro e interattivo.

Definito come il primo esempio di bande defilée Phallaina è un progetto unico e innovativo nel suo genere, un fumetto senza riquadri, di lunghezza equivalente a 1600 schermi iPad, cui si aggiungono gli effetti di parallasse e sound design, nel quale l’utilizzatore decide l’inquadratura. L’applicazione offre all’utente l’opportunità di seguire il proprio ritmo, leggendone il testo lasciandosi accompagnare dall’ambiente sonoro che si evolve con la storia. E’ fruibile gratuitamente per Android e iTunes in inglese e francese.

Maurizio de Giovanni racconta la sua Napoli noir

Domenica 27 novembre dalle ore 10.45 torna il Salotto letterario nell’Auditorium del Museo di Capodimonte, per la presentazione di Serenata senza nome di Maurizio de Giovanni, testo edito da Einaudi Stile Libero. L’incontro è introdotto e moderato da Anna Petrazzuolo.

De Giovanni racconta di una Napoli lontana dalle narrazioni oleografiche: non è la città dalla visuale aperta affacciata sul golfo e inondata da luce dorata. Piuttosto una pioggia autunnale, che sembra non voler cessare, accompagna le vicende del commissario Ricciardi, questa volta faccia a faccia con la forza dei sentimenti.