Umberto Manzo a Capodimonte con l’opera Senza titolo

Da sabato 3 marzo 2018 la sezione di arte contemporanea del Museo e Real Bosco di Capodimonte si arricchirà di un’opera dell’artista napoletano Umberto Manzo.

Senza Titolo sarà presentata al pubblico sabato 3 marzo 2018 alle ore 11.30 dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, dalla Presidente della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e del museo MADRE Laura Valente, dal direttore del museo MADRE Andrea Viliani, dalla gallerista Laura Trisorio e dall’artista stesso.

Ultimo weekend di febbraio. Tutti gli eventi e la mostra Tópoi. Gioielli in porcellana

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte chiude il mese di febbraio con eventi, laboratori e mostre, che arricchiscono la vista e la mente.

Sabato 24 febbraio il Laboratorio di disegno di Caroline Peyron, domenica 25 febbraio ultima data per ascoltare le note del M°Rosario Ruggiero con le Suggestioni Musicali e per incontrare i personaggi della Compagnia Arcoscenico, e l’appuntamento con i Servizi Educativi al servizio dei visitatori più piccoli per Scopri il tuo museo.

Venerdì 23, sabato 24, domenica 25 febbraio presso il Cellaio del Real Bosco di Capodimonte sarà inoltre possibile visitare la mostra Tópoi. Gioielli in porcellana tra artigianato, moda e design, a ingresso gratuito, realizzata in collaborazione con l’Istituto a indirizzo raro Giovanni Caselli.

Mostra e convegno Tópoi. Gioielli in porcellana tra artigianato, moda e design

Martedì 20 febbraio 2018 alle ore 15.00 presso il Cellaio del Real Bosco di Capodimonte si inaugura la mostra Tópoi. Gioielli in porcellana tra artigianato, moda e design, visitabile a ingresso gratuito venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 febbraio dalle 10.00 alle 15.00.

I gioielli sono disegnati da Valter Luca de Bartolomeis, dirigente dell’Istituto Caselli e realizzati a mano dai maestri ceramisti e dagli allievi del Caselli, con la collaborazione di Sandra Dipinto.

Anteprima stampa per i giornalisti e per gli operatori video alle ore 14.30.

Viaggi immaginari. Picasso e i Balletti russi, tra Italia e Spagna

La mostra Viaggi immaginari. Picasso e i Balletti russi, tra Italia e Spagna (16 febbraio-24 giugno 2018) a cura di Sylvain Bellenger, Luigi Gallo e Carmine Romano, realizzata dal Mucem (Museo delle Civiltà dell’Europa e del Mediterraneo di Marsiglia) e dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, organizzata da Electa, nell’ambito di Picasso-Méditerranée, un’iniziativa del Musée national Picasso di Parigi che coinvolge sessanta istituzioni in otto paesi del Mediterraneo nel triennio 2017-2019.

La mostra approfondisce i temi dell’esposizione napoletana Picasso e Napoli. Parade, tenutasi al Museo e Real Bosco di Capodimonte e all’Antiquario di Pompei, dal 7 aprile al 10 luglio 2017, in occasione del centenario del viaggio di Picasso in Italia, mostra che per la prima volta metteva l’accento sul rapporto del pittore con l’arte popolare napoletana e il teatro tradizionale.

Weekend a Capodimonte tra musica, mostre e colori

Domenica  18 febbraio il Museo e Real Bosco di Capodimonte propone degli eventi dedicati ai più piccini senza escludere i più grandi.
La Compagnia Arcoscenico accoglierà i bambini con la Dama di Corte, Re Pulcinella e la Fata delle farfalle. Il Maestro Rosario Ruggiero intratterà i visitatori nella Sala Camuccini con le sue Suggestioni Musicali (dalle ore 10.30 alle 12.30). Una visita guidata gratuita pensata per tutti gli insegnanti e i loro familiari alla mostra Carta bianca Capodimonte Imaginaire, infine ci sarà l’attività laboratoriale fondata su temi legati all’architettura e al patrimonio del verde, rivolta ai bambini:  Il casino della regina e delle delizie il secondo incontro del progetto Il Bosco delle Meraviglie.

Contest #lamiacartabianca: diventa anche tu curatore!

In occasione della mostra Carta Bianca. Capodimonte Imaginaire, a cura di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani (fino all’11 novembre 2018), il Museo e Real Bosco di Capodimonte lancia il contest #lamiacartabianca: i visitatori sono chiamati a (ri)scoprire la collezione del Museo, proponendo il proprio originale e creativo punto di vista: smartphone alla mano, i partecipanti dovranno selezionare da 1 a 10 opere tra quelle esposte in collezione, fotografarle e comporre #lamiacartabianca su Instagram (profilo ufficiale: https://www.instagram.com/museoboscocapodimonte/).

 

Weekend dell’Immacolata a Capodimonte. Cinema, perfomance, attività didattiche e la mostra Carta Bianca

Il lungo weekend del Ponte dell’Immacolata comincia a Capodimonte con la rassegna gratuita di cinema in auditorium giovedì 7 dicembre e si concluderà lunedì 11 con l’inaugurazione della mostra Carta Bianca, da un’idea di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani, che vedrà la partecipazione di dieci personalità, attive in diversi campi del sapere (Laura Bossi Régnier, Giuliana Bruno, Gianfranco D’Amato, Marc Fumaroli, Riccardo Muti, Mariella Pandolfi, Giulio Paolini, Paolo Pejrone, Vittorio Sgarbi, Francesco Vezzoli) a un progetto espositivo polifonico sulle collezioni di Capodimonte.
Ecco in dettaglio gli appuntamenti di un weekend che offre al visitatore perfomance, visite guidate e laboratori didattici.

Brueghel, social

L’Opera si racconta: La parabola dei ciechi di Bruegel. Poema per Orchestra. Inaugurazione

Venerdì 17 novembre alle ore 17.30 nella Sala 6 al primo piano, sarà inaugurata, La parabola dei ciechi di Pieter Bruegel il Vecchio, lettura musicale dell’opera con il Poema per Orchestra di Stefano Gargiulo, nell’ambito del ciclo L’Opera si Racconta.

Un ciclo di mostre-focus del Museo e Real Bosco di Capodimonte  per mettere in risalto dipinti, sculture e oggetti d’arte tra le 47mila opere delle nostre collezioni, raccontati in una chiave nuova e in dialogo con altre opere.

Approfondimento a L’Opera si racconta. Il Cristo in croce di Van Dyck

In occasione dell’apertura straordinaria di mercoledì 1 novembre 2017, alle ore 10.00 e alle ore 11.30 i Servizi educativi del Museo e Real Bosco di Capodimonte offrono al pubblico un approfondimento a L’Opera si racconta. Il Cristo in croce di Van Dyck in mostra dall’11 maggio.
Il Cristo in croce di Anton Van Dyck, è il primo protagonista de L’opera si racconta, ciclo di mostre finalizzate a mettere in risalto singoli capolavori delle collezioni permanenti – dipinti, sculture e oggetti d’arte conosciuti, poco noti o provenienti dai depositi – raccontati in una chiave nuova e in dialogo con altre opere, per svelarne la complessità e il contesto di origine.

Jan Fabre. Naturalia e Mirabilia. Visita guidata agli incontri sensibili

Sabato 21 ottobre alle ore 11.00 i Servizi Educativi del Museo e Real Bosco di Capodimonte propongono una visita guidata gratuita alla mostra Jan Fabre. Naturalia e Mirabilia curata da Sylvain Bellenger e Laura Trisorio nell’ambito del ciclo di esposizioni Incontri sensibili, che fa dialogare opere di artisti contemporanei con quelle di arte medievale e moderna delle collezioni permanenti di Capodimonte.

Naturalia e Mirabilia. Alla scoperta di Fabre

Sabato 23 settembre alle ore 17.00, i Servizi Educativi del Museo e Real Bosco di Capodimonte propongono la seconda visita guidata gratuita alla mostra Jan Fabre. Naturalia e Mirabilia, curata da Sylvain Bellenger e Laura Trisorio, nell’ambito del ciclo di esposizioni Incontri sensibili, che fa dialogare opere di artisti contemporanei con quelle di arte medievale e moderna delle collezioni permanenti di Capodimonte.

Picasso e Napoli: Parade, ultimo atto

Da giovedì 27 a sabato 29 luglio 2017 la mostra Picasso e Napoli: Parade, ammirata a Capodimonte da oltre 50.000 visitatori, va in scena per l’ultimo atto al Teatro Grande degli Scavi di Pompei. In tre serate dedicate a Picasso e Massine il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma si esibirà nei balletti Parade e Pulcinella, musicati rispettivamente da Erik Satie e Igor Stravinskij, con le scenografie disegnate da Picasso e ricostruite per l’occasione da Maurizio Varamo.

Capodimonte dopo Picasso. Progetti e mostre da Sofia Loren ai Samurai

Domenica 9 luglio il Museo di Capodimonte ha dato festosamente il saluto ufficiale alla mostra Picasso e Napoli: Parade, con un ricco programma di visite guidate gratuite, musica, concerti, spettacoli e ospiti d’eccezione. 

Jack Lang, già ministro della Cultura francese, e l’On. Vincenzo De Luca, presidente della Giunta regionale della Campania, hanno conversato nella sala della Culla su arte e cultura col direttore Sylvain Bellenger, che ha annunciato le grandi mostre future e i progetti di ammodernamento del Museo e Real Bosco di Capodimonte. 

Picasso e Napoli: Parade è uno spettacolo

Parade è uno spettacolo, scritto da Cocteau, musica di Satie, scene costumi e sipario di Picasso.

Il grande sipario non è un oggetto di scena ma un’opera d’arte, il più grande quadro che Picasso abbia mai realizzato e che ancora oggi ha ispirato splendide performance.

Tornai al fronte lasciando a Satie un mucchio di note, di schizzi, che avrebbero dovuto suggerirgli il tema del Cinese, della Ragazza americana e dell’Acrobata… Il cinese era capace di torturare dei missionari, la ragazzina di affondare sul Titanic, l’acrobata di essere in confidenza con gli astri, Jean Cocteau

Picasso e Napoli: Parade è arte

Il Vesuvio fabbrica tutte le nuvole del mondo. Il mare è blu scuro. Scaglia Giacinti sui marciapiedi, Jean Cocteau

La mostra Picasso e Napoli: Parade mette insieme per la prima volta opere esclusive che raccontano una storia: l’avventura che ha dato vita a Parade, uno spettacolo, una visione, un’opera d’arte.

Il viaggio, le suggestioni che hanno rapito Picasso nelle due settimane trascorse a Napoli, durante le quali l’artista che ha impresso un segno indelebile nella storia, affamato di vita, ha osservato una realtà dalla forza vitale sorprendente, fino a quel momento sconosciuta, per reinterpretarla nella sua opera.