Il primo Festival della Musica popolare del Sud Italia e gli itinerari guidati nel Museo e Real Bosco di Capodimonte

Una grande festa della musica, quattro giorni nel Real Bosco di Capodimonte con il Festival della Musica popolare del Sud Italia da giovedì 21 a domenica 24 giugno 2018, organizzato dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, con la direzione artistica di Peppe Barra in collaborazione con Antonio Acocella, direttore del Centro di Cultura popolare del Mediterraneo, il coordinamento di Aurora Giglio, presidente dell’associazione MusiCapodimonte e il sostegno della Regione Campania nell’ambito delle iniziative Carta Bianca nel Bosco.

E ancora Fuoco, Maestà! un itinerario guidato tra i sentieri di caccia al tempo dei Borbone e Questione di colore: nel blu dipinto di blu… dal Maestro delle Tempere francescane al blu du Sèvres, un viaggio tra forma e materia per svelare i segreti delle infinite sfumature utilizzate da pittori, scultori, intagliatori, maestri ceramisti, e l’apertura dell’Ottocento privato domenica mattina.

Scopri tutti gli appuntamenti nel dettaglio.

 


Festival della Musica popolare del Sud Italia

Da giovedì 21 giugno a domenica 24 giugno

Real Bosco di Capodimonte

Dal 21 al 24 giugno 2018 le tradizioni, i suoni e le danze del Mezzogiorno d’Italia saranno i protagonisti del primo Festival della Musica popolare del Sud Italia organizzato dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, con la direzione artistica di Peppe Barra in collaborazione con Antonio Acocella, direttore del Centro di Cultura popolare del Mediterraneo, il coordinamento di Aurora Giglio, presidente dell’associazione MusiCapodimonte e il sostegno della Regione Campania nell’ambito delle iniziative Carta Bianca nel Bosco.

Scopri il programma nel dettaglio.

 


Fuoco, Maestà! Il Real Bosco di Capodimonte tra i sentieri di caccia al tempo dei Borbone

Domenica 24 giugno
10:00 – 12:00

Real Bosco Di Capodimonte

Dalle cronache antiche si sa che Re Carlo, già il 7 luglio del 1734, era a caccia di volatili presso la deliziosa Villa del Marchese Carmignano d’Acquaviva, nel Real Bosco di Capodimonte, che comprendeva il territorio intorno agli attuali Casino dei Principi e Fabbricato Scuderie. É in questo giorno che probabilmente scoccava il colpo di fulmine con il sito di Capodimonte, che poteva rappresentare un piacevole diversivo all’indolente vita di corte cittadina.

In quest’itinerario di visita, sponsorizzato dall’Associazione Campania Trekking, si attraverseranno parte dei viali del Real Bosco che costituirono la scenografia delle battute di caccia: sono i sentieri che presentano ancora la copertura a “taglime” di tufo, in origine su tutti i viali e, sul loro ciglio, le vecchie fosse di raccolta per un corretto deflusso delle acque meteoriche. Anche la maggior parte dei manufatti che furono qui realizzati, e che incontreremo lungo l’itinerario, erano funzionali alle attività venatorie, così come la vegetazione originaria piantumata nelle aree ad essi circostanti. Ai tempi di Re Carlo il bosco, ancora per lo più privo di tutte le sue prospettive, della maggioranza delle apposite aree per la caccia e degli habitat per la selvaggina dalle quali fu caratterizzato solo successivamente, già si presentava naturalmente adatto alla caccia di pelo e di penna, per la presenza di lepri, capri e beccafichi, tordi e tortore, grazie alla lontananza dalla città e alla fitta vegetazione boscosa con i notevoli salti di quota tra i valloni offerti dall’orografia dei fondi preesistenti.

Itinerario da Porta Piccola al Grottino: 1. Porta Piccola. 2. Emiciclo di Mezzo. 3. Porta Caccetta-Chiuso della Fagianeria. 4. Casa del Montiere-Grottino. 5. Fontana di Mezzo. 6. Fagianeria. 7. Cisternone. 8. Casino della Regina. 9. Fabbricato Capraia. 10. Lo “Stradone Catena di San Gennaro”. 11. Fabbricato Cattaneo. 12. Grottino.

Durata 2h – Trekking experience – Passeggiata a ritmo sostenuto. (Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e munirsi di cappellino ed acqua. Solo all’inizio ed alla fine del percorso saranno utilizzabili i servizi).

Prenotazione obbligatoria: amicidelrealboscodicapodimonte@gmail.com

tel. 3209431770


Questione di colore: nel blu dipinto di blu…
dal Maestro delle Tempere francescane al blu du Sèvres

Domenica 24 giugno 2018, ore 11.00
Museo di Capodimonte

visita gratuita a tema per adulti

Per la prima domenica d’estate, il 24 giugno, il Museo di Capodimonte propone ai suoi visitatori un tuffo nel blu. Imma Molino, storica dell’arte dei Servizi Educativi del Museo, condurrà i visitatori alla scoperta di uno dei colori più amati dagli artisti di tutti i tempi: il blu.

Un viaggio tra forma e materia per svelare i segreti delle infinite sfumature utilizzate da pittori, scultori, intagliatori e maestri ceramisti, dall’azzurrite detto “l’azzurro della magna” al tanto ambito quanto raro azzurro ultramarino, il famoso “blu oltremare”.

La visita si svolgerà tra primo e secondo piano del Museo, partendo dall’imponente tavola con la Madonna dell’Umiltà, opera del Maestro delle Tempere Francescane, e dalla celebre Crocifissione di Masaccio, per proseguire con il Giudizio Universale di Marcello Venusti e gli ambienti della “Galleria delle cose rare”, tra il raffinato servizio Farnese in maiolica blu “a turchine” e i preziosi lapislazzuli dei rilievi fiorentini in pietre dure. Il percorso si concluderà nelle sale dell’Appartamento Storico, con il famoso “blu du Sèvres” delle porcellane della omonima Manifattura francese.

L’attività è compresa nel biglietto di ingresso al Museo.

Info e prenotazioni: Ufficio Accoglienza tel. 081 7499130 (10.00-13.00 | 15.00-18.00);

mail mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it (attendere risposta per conferma disponibilità).


Domenica 20 maggio, dalle ore 10.00 alle 14.00

Apertura Ottocento privato

L’appartamento ad uso privato della corte, all’epoca dei Borbone e poi dei Savoia, dove si respira l’atmosfera accogliente di un elegante ambiente privato che conserva la memoria storica del passato insieme ad una pregevole galleria d’arte sarà aperto ogni domenica dalle ore 10.00 alle ore 14.00. Presenta ampi spazi, vista panoramica sul parco, sulla città e sul golfo di Napoli.

L’accesso all’Ottocento privato è compreso nel biglietto di ingresso al Museo. Per informazioni 081 7499130 oppure scrivere a mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it

 


Per raggiungere il Museo e Real Bosco di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 2.00 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti.