Il weekend 21-22 dicembre 2019 a Capodimonte: le mostre in corso, performance e tutte le attività didattiche

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte vi aspetta nel prossimo weekend (21-22 dicembre 2019) con le mostre Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica (fino al 21 giugno 2020), Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli (fino al 10 maggio 2020), Canova. Un restauro in mostra (fino al 12 gennaio 2020) e Whisper only to you di Yeesookyung (fino al 13 gennaio 2020) e con le performance teatrali a cura dell’Associazione MusiCapodimonte.

Inoltre sabato 21 dicembre 2019 le visite guidate – laboratorio per famiglie alla mostra Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica a cura dei Servizi Educativi del Museo.

 

Ecco tutti gli appuntamenti nel dettaglio

 

 

Le mostre in corso sono:

 

 

 

Santiago Calatrava
Nella luce di Napoli
fino al 10 maggio 2020

 

La mostra, con quattrocento opere tra sculture, disegni e maquette, ripercorre la carriera di una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni: Santiago Calatrava, architetto, ingegnere, pittore, scultore, disegnatore, artista a tutto tondo. Un’esposizione curata dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e Robertina Calatrava, moglie dell’artista, e sostenuta dalla Regione Campania grazie ai fondi europei POC Programma Operativo Complementare 2014-2020, organizzata dalla Scabec, società regionale dei beni culturali, e realizzata proprio in collaborazione con lo Studio Calatrava, che si divide tra il secondo piano del Museo e l’edificio del Cellaio nel Real Bosco.

Per scoprire tutto sulla mostra visita il sito dedicato

 

 


 

© photo Luciano Romano 2019

 

Napoli Napoli
di lava, porcellana e musica
fino al 21 giugno 2020
Sale dell’Appartamento Reale (I piano)

 

La mostra a cura di Sylvain Bellenger, realizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte con il Teatro di San Carlo di Napoli, in collaborazione con l’associazione Amici di Capodimonte onlus, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa.
L’Appartamento Reale, grazie a una scenografia ideata dall’artista Hubert Le Gall, è il palcoscenico di eccezione sul quale vanno in scena il Teatro di San Carlo di Napoli e le porcellane di Capodimonte.
L’allestimento racconta una vera e propria favola che permette al visitatore di immergersi in un mondo incantato e senza tempo.

Per scoprire tutto sulla mostra visita il sito dedicato

 


 

 

Canova
Un restauro in mostra
per il ciclo di mostre – focus L’Opera si racconta
(fino al 12 gennaio 2020)

 

L’esposizione si inserisce nel ciclo di mostre – focus L’Opera si racconta con cui il Museo e Real Bosco di Capodimonte dà voce a dipinti, sculture e oggetti d’arte presentate al pubblico in relazione con altre opere o documenti in grado di spiegare il contesto le opere della collezione permanente nella sala 6, al primo piano.

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata alla mostra

 


 

Whisper only to you di Yeesookyung

(fino al 13 gennaio 2020)

 

La Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e il Museo e Real Bosco di Capodimonte presentano Whisper Only to You, la prima mostra personale dell’artista sud-coreana Yeesookyung (Seoul, 1963) in due istituzioni pubbliche italiane, nata da un’idea di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani con Sabrina Rastelli, curata da Sabrina Rastelli e Andrea Viliani per il Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina, e da Sabrina Rastelli, Paola Giusti e Maria Rosaria Sansone per il Museo e Real Bosco di Capodimonte.
Il percorso espositivo, che si sviluppa attraverso le sale dei due musei, comprende opere create con differenti mezzi e materiali, quali scultura, installazione e video, e nuove produzioni, che l’artista ha realizzato accostando i frammenti settecenteschi della Real Fabbrica di Porcellana di Capodimonte.

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata alla mostra

 


 

 

Nuovo allestimento del Corridoio Barocco e del Settecento

 

Questo weekend sarà possibile ammirare il nuovo allestimento del Corridoio Barocco e del Settecento al secondo piano del Museo.

Nel Settecento le porcellane, testimonianza del controllo d’una alta tecnologia ambita da tutti i regni europei, acquistarono un maggiore valore politico e ‘diplomatico’, paragonabile al possesso delle tecnologie della digitalizzazione per nostri tempi.

Per questo venivano utilizzate come doni diplomatici tra principi e regnanti, ricoprendo un ruolo importante nelle strategie del potere.

Alla corte di Dresda di Augusto II il Forte, nonno della regina Maria Amalia di Sassonia che nel 1738 sposa Carlo di Borbone, fu avviata a Meissen la prima fabbrica di porcellana in Europa (1710).

Sul modello sassone di Dresda, Carlo di Borbone fonda a Napoli nel 1743 la Real Fabbrica della Porcellana di Capodimonte (contrassegnata dal giglio come marca della manifattura), che si trova ancora nel Bosco di Capodimonte di fronte al Cellaio storico e alla Chiesa di San Gennaro.

Sarà possibile vedere ritratti e sculture relativi ai Borbone, servizi di porcellana provenienti dalla Real Fabbrica di Napoli e dalla Manifattura Imperiale di Vienna, fucili da caccia della Manifattura Spagnola, arazzi provenienti dalla Real Fabbrica degli Arazzi di Napoli, oggetti etnografici e tanto altro.


 

 

Visite guidate gratuite (incluse nel prezzo del biglietto d’ingresso museo + mostra € 14 adulti, gratuito per i minori di anni 18) a cura dei Servizi Educativi del Museo:

 Sabato 21 dicembre, ore 10.30

 

La visita, attraverso le 18 sale scenograficamente allestite nell’Appartamento Reale, propone una serie di approfondimenti, che si alterneranno all’ascolto delle musiche, su una selezione delle oltre 1000 opere presentate fra dipinti, porcellane, arredi, costumi e strumenti musicali, consentendo al visitatore di immergersi nel racconto dei cambiamenti della storia, del potere, delle mode e dei gusti estetici che hanno caratterizzato Napoli, capitale del Regno, fra Settecento e Ottocento, dagli anni di Carlo di Borbone a quelli di Ferdinando II.

DURATA: H 1.30 (la durata non comprende il tempo della visita autonoma alla mostra)

PER CHI: pubblico adulto

QUANDO: un sabato al mese, alle ore 10.30, secondo il seguente calendario

21 dicembre 2019 | 18 gennaio, 15 febbraio, 21 marzo, 18 aprile, 16 maggio e 20 giugno 2020

 

Per tutte le attività è previsto il solo pagamento del biglietto d’ingresso alla Mostra.
I visitatori devono arrivare all’orario indicato per l’inizio dell’attività già muniti di biglietto d’ingresso

DOVE: Museo di Capodimonte, via Miano 2, Napoli – Sala Accoglienza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
INFO E PRENOTAZIONI: Ufficio Accoglienza Museo di Capodimonte | tel. 081 7499130 (h 10.00-13.00 |15.00-18.00) |
mail: mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it  (attendere risposta per conferma disponibilità).

 

Visite guidate – laboratorio per famiglie alla mostra Napoli Napoli a cura dei Servizi Educativi del Museo:

 Sabato 21 dicembre, ore 10.30

 

Tutti in atelier!

Dopo il percorso guidato alla mostra, durante il quale si approfondirà in particolar modo il tema dell’evoluzione della moda fra Sette e Ottocento, degli abiti e dei loro accessori, i partecipanti saranno coinvolti in un laboratorio di costume nel quale inventeranno e realizzeranno un elegante accessorio ispirato al gusto dell’epoca.
Al termine del laboratorio, con indosso la loro creazione, gli alunni andranno a comporre un divertente tableau vivant che sarà immortalato in una foto-ricordo.

Per tutte le attività è previsto il solo pagamento del biglietto d’ingresso alla Mostra.
I visitatori devono arrivare all’orario indicato per l’inizio dell’attività già muniti di biglietto d’ingresso

DOVE: Museo di Capodimonte, via Miano 2, Napoli – Sala Accoglienza

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

INFO E PRENOTAZIONI: Ufficio Accoglienza Museo di Capodimonte | tel. 081 7499130 (h 10.00-13.00 |15.00-18.00) |

mail: mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it (attendere risposta per conferma disponibilità).

 


 

 

MusiCapodimonte

 

Come ogni weekend, l’associazione MusiCapodimonte allieterà il pubblico con musica e performance.

Sabato 21 e domenica 22 dicembre 2019 il M° Rosario Ruggiero accoglierà i visitatori del Museo, nella sala della pittura emiliana del Cinquecento (sala 12, al primo piano) a partire dalle ore 10.30 fino alle 12.30, svelando forme e significati di brani musicali classici e moderni.
Le sale del museo saranno animate dalla performance della Compagnia Arcoscenico con Rodolfo Fornario e Antonella Quaranta.

 

 

 

Seguite gli aggiornamenti sul nostro blog e i nostri canali social