Il weekend 25-26 gennaio a Capodimonte: tutte le mostre e gli eventi

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte vi aspetta nel prossimo weekend (25-26 gennaio 2020) con le mostre Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica (fino al 21 giugno 2020), Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli (fino al 10 maggio 2020) e i laboratori di disegno a cura di Caroline Peyron.
Come ogni weekend ci saranno le performance musicali e teatrali a cura dell’Associazione MusiCapodimonte.

Sabato 25 gennaio 2020, in occasione delle celebrazioni per la Giornata della Memoria il 27 gennaio, ci sarà una visita guidata Destinazione Berlino alle opere di Capodimonte “deportate” durante la Seconda guerra mondiale, a cura degli Amici del Real Bosco.

 

Ecco tutti gli appuntamenti nel dettaglio

 

Destinazione Berlino

sabato 25 gennaio 2020 ore 10.30

Museo e Real Bosco di Capodimonte (accoglienza presso la biglietteria)

 

In occasione delle celebrazioni per la Giornata della Memoria (27 gennaio 2020), al Museo e Real Bosco di Capodimonte ci sarà una speciale visita guidata, a cura degli Amici del Real Bosco di Capodimonte, dedicata alle opere di Capodimonte “deportate” durante la Seconda guerra mondiale.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale, nel 1940, grazie al soprintendente Bruno Molajoli, alcuni quadri della Pinacoteca di Napoli, fino al 1806 a Capodimonte, furono portati via dal Museo Archeologico Nazionale e ricoverati, insieme a molte altre opere d’arte di collezioni pubbliche e private presso palazzi, abbazie e altri luoghi, tra Napoli e dintorni, per preservarli da eventuali attacchi bellici.

Il 13 agosto 1947 le opere poterono tornare in Italia e nelle settimane successive lo storico dell’arte Giorgio Castelfranco curò, nella sua veste di funzionario del Ministero della Pubblica Istruzione, la preparazione, l’allestimento e il catalogo della prima Mostra delle opere d’arte recuperate in Germania, che apre i battenti il 10 novembre 1947 presso la Farnesina a Roma e dove la Danae fu l’immagine simbolo. Le opere tornarono a Napoli e collocate a Capodimonte con l’inaugurazione del nuovo museo nel 1957.

 

Durante la visita sarà possibile ammirare tra le altre:

– Tiziano, Ritratto di Dama
– Sebastiano del Piombo, Madonna del Velo
– Raffaello, Madonna del Divino Amore
– Palma il Vecchio, Sacra Conversazione
– Luini, Madonna con Bambino
– Bruegel, La parabola dei ciechi
– Colantonio, San Girolamo nello studio
– Giovanni Paolo Panini, Carlo di Borbone in visita alla Basilica di San Pietro

 

 

 

La visita guidata è gratuita. E’ necessario solo munirsi del biglietto d’ingresso al museo.

Prenotazione obbligatoria

Mail: amicidelrealboscodicapodimonte@gmail.com

Tel. o WhatsApp: 3209431770 (con mail o messaggio di riscontro)

 


Laboratorio di disegno di Peyron 2019-2020

Un secolo d’arte al mese dal Duecento all’Ottocento

25 gennaio 2020 in due orari 11.00/13.00 e 15.00/17.00

 

Fino al 23 maggio 2020 si rinnovano gli appuntamenti al Museo e Real Bosco di Capodimonte del laboratorio di disegno a cura di Caroline Peyron, artista francese che da molti anni lavora sul disegno, come strumento per insegnare a guardare le opere nei musei.
Il laboratorio di disegno promosso da Amici di Capodimonte onlus anche quest’anno si rivolge ad un pubblico vasto ed eterogeneo, e mette insieme attorno all’opera d’arte adulti, adolescenti e bambini, persone che sanno disegnare con altre che non hanno mai preso una matita in mano.

Per saperne di più visita la pagina dedicata


 

Per il tutto il weekend il campetto di calcio in erba ecologica, realizzato nel Real Bosco di Capodimonte grazie alla raccolta fondi della “Festa dell’Estate”, iniziativa di fundraising promossa dalle associazioni Amici di Capodimonte onlus e Premio GreeenCare Aps con il coinvolgimento di aziende come Euphorbia Srl, Ferrarelle Spa, Russo di Casandrino Spa, Pasta Grano Armando e Gay Odin, associazioni come Chicco d’Amore e singoli cittadini mecenati, sarà disponibile per l’utilizzo libero e gratuito dei ragazzi, nella salvaguardia del sito e del verde naturale.

 


Le mostre in corso sono:

 

 

 

Santiago Calatrava
Nella luce di Napoli
fino al 10 maggio 2020

 

La mostra, con quattrocento opere tra sculture, disegni e maquette, ripercorre la carriera di una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni: Santiago Calatrava, architetto, ingegnere, pittore, scultore, disegnatore, artista a tutto tondo.
Un’esposizione curata dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e Robertina Calatrava, moglie dell’artista, e sostenuta dalla Regione Campania grazie ai fondi europei POC Programma Operativo Complementare 2014-2020, organizzata dalla Scabec, società regionale dei beni culturali, e realizzata proprio in collaborazione con lo Studio Calatrava, che si divide tra il secondo piano del Museo e l’edificio del Cellaio nel Real Bosco.

Per scoprire tutto sulla mostra visita il sito dedicato.

 


 

Museo e Real Bosco di Capodimonte – Napoli, Napoli di Lava, Porcellana e Musica
Carosello Napoletano di Stefano Gargiulo

 

Napoli Napoli
di lava, porcellana e musica
fino al 21 giugno 2020
Sale dell’Appartamento Reale (I piano)

 

La mostra a cura di Sylvain Bellenger, realizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte con il Teatro di San Carlo di Napoli, in collaborazione con l’associazione Amici di Capodimonte onlus, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa.
L’Appartamento Reale, grazie a una scenografia ideata dall’artista Hubert Le Gall, è il palcoscenico di eccezione sul quale vanno in scena il Teatro di San Carlo di Napoli e le porcellane di Capodimonte.
L’allestimento racconta una vera e propria favola che permette al visitatore di immergersi in un mondo incantato e senza tempo.

Per scoprire tutto sulla mostra visita il sito dedicato.

 


 

 

MusiCapodimonte

 

Come ogni weekend, l’associazione MusiCapodimonte allieterà il pubblico con musica e performance.

Sabato 25 e domenica 26 gennaio 2020 il M° Rosario Ruggiero accoglierà i visitatori del Museo, nella sala della pittura emiliana del Cinquecento (sala 12, al primo piano) a partire dalle ore 10.30 fino alle 12.30, svelando forme e significati di brani musicali classici e moderni.
Le sale del museo saranno animate dalla performance della Compagnia Arcoscenico con Rodolfo Fornario e Antonella Quaranta.

 

 

Seguite gli aggiornamenti sul nostro blog e i nostri canali social