Incontri di Arte Medievale: Smalti di Limoges e avori gotici

Smalti di Limoges e avori gotici erano oggetti d’arte di gran moda nel Medioevo, articles de Paris realizzati con tecniche raffinate. Martedì 17 maggio alle 16.00 Paola Giusti, curatrice delle Arti Applicate del Museo di Capodimonte, ne racconterà l’affascinante storia illustrando i preziosi oggetti conservati nella Collezione Borgia e in quella di Mario de Ciccio.

 

Con questo appuntamento dedicato alle arti cosiddette minori si chiude il terzo ciclo di Incontri di Arte Medievale, a cura di Vinni Lucherini, Marina Santucci e Alessandra Rullo, che ha illustrato i tesori della scultura romanica e gotica a Napoli, la complessità della liturgia medievale, la pittura su tavola e ad affresco in età angioina.

 

Gli smalti limosini e gli avori gotici grazie alle piccole dimensioni potevano circolare sul territorio, essere acquistati o venduti, donati o alienati e costituirono, come molti altri oggetti di arte applicata, un formidabile strumento di diffusione culturale creando precoci fenomeni di mode.

 

Il piccolo ma scelto nucleo di smalti di Limoges e di avori gotici del Museo di Capodimonte è giunto alla sua sede attuale attraverso percorsi differenziati di collezionismo che vanno da quelli illustri e precoci della raccolta di Stefano Borgia, acquisita da Ferdinando di Borbone nel 1817 per il Real Museo Borbonico, a quelli più recenti della collezione di Mario de Ciccio, donata al Museo nel 1958.

 

Attraverso queste opere sarà possibile avvicinarsi alle affascinanti e complesse tecniche di lavorazione dello smalto champlevé e dell’avorio elefantino, e tracciare un percorso sulla fortuna degli articles de Paris e di quelli di opus lemovicense.

 
L’iniziativa, promossa congiuntamente dal Museo di Capodimonte e dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è realizzata in collaborazione con gli Amici di Capodimonte ONLUS.

 

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, con obbligo di prenotazione via e-mail e relativa risposta di conferma.

La conferenza si svolgerà in Auditorium e a seguire nella Collezione Borgia del Museo.

 

Per prenotazioni e informazioni:

Museo di Capodimonte, Ufficio Accoglienza

tel. 081 7499130 (dalle 10.00 alle 13.00, dalle 15.00 alle 18.00, dal giovedì al martedì)

e-mail: mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it