Italia – Polonia. Nuovi percorsi di una collaborazione internazionale

Sabato 13 maggio (ore 9:30, sala della Culla, primo piano) il Museo di Capodimonte ospiterà l’incontro Italia – Polonia. Nuovi percorsi di una collaborazione internazionale organizzato dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, dagli Amici di Capodimonte onlus, dall’Istituto Italiano di Cultura a Cracovia.

 

Una giornata di studi e di scambio culturale tra i due Paesi divisa in due momenti: si comincia con la presentazione del volume dell’On. Antimo Cesaro Arcana tabula. Il pittore. La dama. Il liocorno (Artetetra 2014), contenente richiami alla storia dell’arte, all’antropologia culturale e alla filosofia delle scienze sociali, tradotto anche in polacco (titolo Arcana tabula. Malarz Dama Jednorożec per i tipi della Czuty Barbarzyńca Press), proprio grazie al sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura a Cracovia, dove il 28 novembre 2016 si è svolto un primo incontro.

 

La riflessione sulle tre dame rinascimentali – la Dama con l’ermellino di Leonardo, la Dama con liocorno di Raffaello e l’Antea di Parmigianino, capolavori e vanto di Cracovia, Roma e Napoli – sarà lo spunto per introdurre l’incontro Italia – Polonia. Nuovi percorsi di una collaborazione internazionale, così come in passato altre dame rinascimentali come Bona Sforza, regina di Polonia, nipote di Alfonso II re di Napoli, e la stessa Maria Amalia di Sassonia, figlia di Augusto III di Polonia, e sposa di Carlo di Borbone fondatore del Palazzo di Capodimonte, legarono la Polonia alla storia di Napoli.

 

Un dibattito a più voci, sulla collaborazione fra le istituzioni culturali, scientifiche e universitarie d’Europa, in particolare tra il Museo e Real Bosco di Capodimonte e il Museo Nazionale di Cracovia, tra l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e l’Università Jagellonica di Cracovia.

 

L’incontro sarà moderato da Magdalena Wrana (Università Jagellonica di Cracovia).

 

Interverranno:

Sylvain Bellenger – Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte
Tomasz Orłowski – Ambasciatore della Repubblica di Polonia nella Repubblica Italiana
Giuseppe Paolisso – Rettore Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”
Errico di Lorenzo – Presidente Associazione Amici di Capodimonte onlus
Ugo Rufino – Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia
Andrzej Betlej-Direttore del Museo Nazionale di Cracovia
Antimo Cesaro – Sottosegretario di Stato al MiBACT e Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”.
Dario Dal Verme – Console Onorario della Repubblica di Polonia a Napoli
Gennaro Famiglietti – Console Onorario della Repubblica di Bulgaria a Napoli
Agnieszka Bender – Direttrice dell’Istituto Polacco di Roma Magdalena Wrana Università Jagellonica di Cracovia, traduttrice del volume

 

Nella seconda parte del convegno si confronteranno rappresentanti dell’imprenditoria campana, dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e dell’Ambasciata d’Italia in Polonia, con l’obiettivo di trovare opportunità di collaborazione.

 

L’incontro sarà moderato da Vassili Casula (Ministero dei Beni e della attività culturali e del turismo)

 

Interverranno:
Antonio Bartolo – Rappresentante SACE
Antimo Caputo – Vice presidente Unione Industriale di Napoli
Antonino Mafodda– Direttore dell’ICE, Sezione per la Promozione degli Scambi dell’Ambasciata d’Italia a Varsavia
Katarzyna Likus – Console Onorario d’Italia a Cracovia
Monika Kwiatosz – Console Onorario d’Italia a Breslavia
Luciano Cimmino – Carpisa-Yamamay
Carlo Pontecorvo – Ferrarelle-Masseria delle Sorgenti
Domenico Raimondo – Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop

 

Per scaricare il programma completo clicca qui.

 

Per info:
Ufficio Accoglienza e valorizzazione
tel. 081 7499130 (10.00-13.00 | 15.00-17.00) tranne il mercoledì.
email: mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it

 

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 2 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti