L’Arte di Donarsi: un percorso guidato tra le opere del museo

 

Con L’Arte di Donarsi prosegue la campagna di sensibilizzazione del Policlinico Federico II: lunedì 12 novembre ci sarà una visita guidata, aperta a studenti e cittadinanza, tra le opere del Museo e Real Bosco di Capodimonte dedicate al tema del dono.

 

 

La campagna di sensibilizzazione L’Arte di Donarsi, promossa dallo Sportello Amico Trapianti del Policlinico Federico II, lunedì 12 novembre fa tappa al Museo di Capodimonte, uno dei più importanti musei europei con 126 gallerie e importanti collezioni con opere d’arte dal Trecento all’arte contemporanea, con una visita guidata, tra il primo e il secondo piano, tra le opere dedicate al tema del dono: Santa Lucia condotta al martirio di Luca Giordano, La parabola dei ciechi di Pieter Bruegel Il Vecchio, San Sebastiano di Mattia Preti, Il Paradiso di Marcantonio Bassetti, Sant’Agata di Massimo Stanzione, La Carità di Bartolomeo Schedoni e molte altre ancora.

 

La parabola dei ciechi di Pieter Bruegel Il Vecchio

 

Un’intera giornata dedicata a promuovere la cultura della donazione degli organi e sensibilizzare il più alto numero di persone.

Questo il calendario delle visite (durata media 1 ora):

 ore 8.30-13.30: per le scolaresche
 ore 15.30 e 16.00: per la cittadinanza
 ore 16.30: chiusura con saluti istituzionali del Direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e del Direttore Sanitario dell’AOU Federico II Gaetano D’Onofrio, con testimonianze ed approfondimenti sull’esperienza del dono. Per informazioni e prenotazioni alla visita guidata: tel 081 7462693, mail: filomena.marra@unina.it.

 

Santa Lucia condotta al martirio di Luca Giordano

Ai nostri occhi la donazione degli organi è il più grande gesto di generosità e di dignità umana che si possa considerare. Siamo orgogliosi di ospitare a Capodimonte l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e di contribuire nel nostro piccolo alla diffusione della cultura della solidarietà, una necessità che permette alla scienza di fare vincere la vita. La consapevolezza del nostro potere individuale è un percorso continuo, una vittoria di ogni giorno, ad ogni momento della vita. Sostenere il trapianto di organi è una decisione magnifica che ci fa guardare il mondo e gli altri come parte di noi stessi, precisa il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger.

 

 

Lo Sportello Amico Trapianti federiciano, aperto lo scorso mese di gennaio, ha al suo attivo più di 200 dichiarazioni di volontà di donazione di organi ed ha raccolto più di 1000 donatori di cellule staminali, grazie ad una costante attività di sensibilizzazione, alla creazione di punti periferici collocati nei principali dipartimenti aziendali e di presidi nelle parrocchie della provincia.

 

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II ha investito energie e risorse sul tema della donazione e dei trapianti ed i recenti episodi di mobilitazione collettiva per la donazione di cellule staminali per il piccolo Alessandro dimostrano quanto sia necessaria l’attenzione e la sensibilizzazione sull’argomento che, anche grazie alla collaborazione con il Museo di Capodimonte, intendiamo veicolare con un percorso culturale di condivisione, costante e in evoluzione, sottolinea il Direttore Sanitario dell’AOU Federico II Gaetano D’Onofrio.

 

L’equipe dello Sportello Amico interviene in tutte le fasi relative al tema della donazione, in stretta collaborazione tra Direzione Sanitaria, Centro Trapianti e Associazioni e fornisce orientamento, accompagnamento e informazioni ai cittadini, ai potenziali donatori, ai donatori stessi e ai pazienti in attesa di trapianto.

Lo Sportello Amico Trapianti è ubicato presso la Direzione Sanitaria (ed. 12/D- stanza n.2- 081/7462693) ed è aperto al pubblico dalle ore 9,00 alle ore 13,00, dal lunedì al mercoledì.

 

Seguite gli aggiornamenti sui nostri canali social:

 

 

Ingresso e uscita esclusivamente da Porta Grande.

 

Per raggiungere il Museo e Real Bosco di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 2.00 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti.