MeLe progetto2. Piccole mani sulla città

Domenica 18 dicembre alle ore 11.00 prende il via con Napoli, città di palazzi, il primo dei laboratori della seconda edizione di MeLe Progetto, a cura di Archipicchia! Architettura per Bambini, attività laboratoriale fondata su temi legati all’architettura, rivolta a bambini a partire dai 5 anni di età, che si svolgerà nello spazio di esposizione permanente del Museo di Capodimonte dedicato alla collezione dei Manifesti Mele, sempre di domenica e sempre dalle ore 11.00 alle ore 12.30.

L’iniziativa, promossa dal Museo di Capodimonte e dall’Associazione Amici di Capodimonte onlus, e che si articola in incontri mensili, da dicembre 2016 a maggio 2017, è realizzata grazie al contributo della Fondazione Emiddio Mele, che ne sostiene interamente i costi, per assicurare la partecipazione gratuita a tutti i bambini.

 

L’idea, anche quest’anno, è stimolare i bambini su temi come progettazione, misura, composizione, design, sostenibilità, ambiente, storia, lavorando su immagini, luoghi e simboli più rappresentativi della città di Napoli.

 

Che cosa potrebbe succedere se i bambini avessero l’opportunità di essere artefici di un processo di progettazione e di costruzione della città, della propria città?

 

Se le mani sulla città fossero messe, finalmente, per creare e liberare un senso di appartenenza e di vivibilità nuovo, a dimensione di bambino?

 

Introducendo i bambini alla storia dell’architettura (e non solo) della nostra città, con un racconto fatto per parti (la città è raccontata come un puzzle, composto di componenti e parti significative), si entrerà nel corpo della città, giocando con i suoi elementi e i suoi colori.

 

Un gioco che però potrebbe risultare molto istruttivo anche per gli adulti.

 

Calendario e contenuto degli appuntamenti (attività ore 11.00-12.30):

 

Domenica 18 dicembre:

Napoli, città di PALAZZI. I bambini saranno accompagnati, mediante un racconto costruito apposta per loro, a guardare la città attraverso i suoi palazzi: Napoli barocca, Napoli liberty, Napoli di scale e facciate più o meno riconoscibili.

Ragioneremo sul tema architettonico della facciata (la faccia dell’edificio) e del rapporto tra interno ed esterno in architettura, arrivando a costruire dei piccoli palazzi con materiali di riciclo (utilizzando pezzi caratteristici del palazzo napoletano), per montare una piccola città di edifici dalla faccia conosciuta.

Età consigliata 5-7 anni

 

Domenica 15 gennaio:

Napoli, città di CASTELLI. Napoli è ricca di architetture eccezionali: di edifici pubblici e monumenti singolari. Musei, biblioteche, fabbriche uniche come l’Albergo dei poveri e… castelli, tanti castelli.

Alla fine di un racconto che descriverà la città attraverso i suoi edifici pubblici più significativi ogni bambino costruirà, in uno scenario pop-up, un elemento eccezionale a sua scelta, o progetterà, semplicemente, un edificio eccezionale – immaginifico – che manca alla città.

L’insieme degli scenari composti costruirà un’antologia di progetti e rivisitazioni, frutto dell’estro dei bambini.

Età consigliata 8-10 anni

 

Domenica 19 febbraio:

Napoli, città di PIAZZE. La città non è fatta solo di costruito: il suo carattere e la sua immagine sono frutto di una serie di vuoti progettati per riempire di spazio, semplicemente necessari, funzionali.

Guarderemo Napoli attraverso i suoi vuoti: piazze, slarghi, percorsi, pedamentine e scalinate… per raccontarla come una rete di spazi pubblici.

Cercheremo di raccontare il carattere collettivo della piazza come luogo dell’incontro e della festa.

Di che cosa sono fatte le piazze di Napoli?

Costruiremo un oggetto urbano speciale (un obelisco neo-barocco), solitamente accolto in piazze importanti della città, per entrare nella storia urbana attraverso uno strano manufatto architettonico.
Età consigliata 5-7 anni

 

Domenica 12 marzo:

Napoli e il Museo di Capodimonte. Andremo alla scoperta del Palazzo, La Reggia di Capodimonte, nobile e antica dimora storica, cercando di svelarne i segreti costruttivi, ridisegnando spazi e ricostruendo parti (non sempre facilmente accessibili).

Per una volta l’edificio diventerà museo, opera da contemplare e non solo il luogo che custodisce quadri, sculture e oggetti preziosi.

Guarderemo al luogo che ci ospita, ponendoci domande e raccontandone la storia, dalla sua nascita come dimora reale e sede della collezione Farnese fino alla odierna destinazione museale; analizzeremo la sua architettura, l’alternanza di vuoti e pieni, la ritmica della facciata, il rapporto tra il dentro e il fuori, ecc., arrivando a realizzare un piccolo plastico di studio.
Età consigliata 8-10 anni

 

Domenica 9 aprile:

Capodimonte, il Real bosco delle meraviglie.  Realizzeremo un piccolo progetto di parco a valle di un breve cammino introduttivo, incentrato sull’osservazione e sullo studio del Bosco di Capodimonte.

Durante l’attività ci concentreremo sul tema del giardino, del bosco e del parco.

L’obiettivo è arrivare a progettare un piccolo giardino delle meraviglie, usando essenze e soluzioni progettuali scoperte nel bosco, raccolte in una piccola scatola-serra delle meraviglie (in plexiglass o con cassette di legno), la cui combinazione collettiva comporrà un giardino collettivo.

Discuteremo e metteremo le mani nella terra, affrontando questioni legate a misura, distanza, composizione ecc.
Età consigliata 5-7 anni

 

Domenica 21 maggio:

Napoli e i Manifesti Mele. Il ricco repertorio della Collezione dei Manifesti Mele racconta, allo stesso tempo, la città del secolo scorso e un modo di fare pubblicità.

Dai manifesti compare una duplice traccia da seguire: da un lato i manifesti custodiscono e rappresentano parti di città (il mare, il Vesuvio, Piazza Plebiscito, l’edificio dei Magazzini Mele) e, dall’altro, visti in quanto oggetti pubblicitari, raccontano un modo di mettere in mostra un oggetto, un prodotto, un luogo.

Cercheremo di usare la splendida collezione di manifesti (sia immagini in esposizione che altre d’archivio) e seguire entrambe le suggestioni, sollecitando i bambini a progettare oggetti a scala urbana e realizzandone i modelli, parlando di pubblicità, immagine, grafica, composizione, parti urbane, trasformazioni ecc.

I bambini saranno chiamati a reinterpretare i manifesti storici e usarli come nuovi elementi di arredo urbano (segnaletica e pubblicità) e/o per costruire opere d’arte per luoghi pubblici cittadini (ripercorrendo l’esperienza delle piazze dell’arte), realizzeranno così dei totem, veri e propri progetti compositivi.

Età consigliata 8-10 anni

 

Per info e prenotazioni:

 

ingresso libero con prenotazione obbligatoria:

prenotazioni@amicidicapodimonte.org

 

Per l’appuntamento di domenica 18 dicembre, la prenotazione deve arrivare entro mercoledì 14 dicembre.

 

Sarà data conferma di partecipazione rispettando l’ordine cronologico di arrivo delle richieste.

 

Vi segnaliamo che le attività previste per il primo incontro dal titolo NAPOLI, città di PALAZZI di domenica 18 dicembre sono adatte esclusivamente a bambini di età compresa tra i 5 e i 7 anni.

 

I genitori o accompagnatori devono affidare i bambini (muniti di biglietto gratuito) agli operatori alle ore 10.45 in punto, presso l’Ufficio di Accoglienza del Museo (al lato della biglietteria) e non potranno partecipare o assistere alle attività.

Alle 12.30 i genitori potranno trovare i bambini presso i locali adibiti a laboratorio (primo piano sezione Manifesti Mele).

 
Per confermare le prenotazioni, è necessario rispondere a prenotazioni@amicidicapodimonte.org precisando per ogni singolo bambino:

– nome e cognome
– età
– num. telefono genitore referente

ed inviare copia firmata della liberatoria qui allegata.

 

Si prega di segnalare per tempo eventuali rinunce, al fine di consentire la partecipazione ad altri bambini.

 

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 1.50 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti

 

Ufficio stampa:
Barbara Notaro Dietrich

b.notarodietrich@gmail.com
Giovanna Bile

giovannabile@gmail.com