Mostra e convegno Tópoi. Gioielli in porcellana tra artigianato, moda e design

Martedì 20 febbraio 2018 alle ore 15.00 presso il Cellaio del Real Bosco di Capodimonte si inaugura la mostra Tópoi. Gioielli in porcellana tra artigianato, moda e design, visitabile a ingresso gratuito venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 febbraio dalle 10.00 alle 15.00.

I gioielli sono disegnati da Valter Luca de Bartolomeis, dirigente dell’Istituto Caselli e realizzati a mano dai maestri ceramisti e dagli allievi del Caselli, con la collaborazione di Sandra Dipinto.

Anteprima stampa per i giornalisti e per gli operatori video alle ore 14.30.

 

La mostra Tópoi. Gioielli in porcellana tra artigianato, moda e design, realizzata in collaborazione con il Museo e Real Bosco di Capodimonte fa parte di un più ampio progetto di rilancio della manifattura della porcellana di Capodimonte e verrà introdotta da una tavola rotonda per meglio definire il processo di rinascita delle ceramiche e delle porcellane di Capodimonte.

 

Parteciperanno, oltre al direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, il dirigente dell’Istituto Giovanni Caselli Valter Luca De Bartolomeis, la curatrice della mostra, ordinario di design del gioiello al Politecnico di Milano e direttore del Museo del Gioiello di Vicenza Alba Cappellieri, il direttore della fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte Alberto Cavalli e il direttore della Galleria Renna Piero Renna.

 

La nuova collezione di gioielli in porcellana presenta inserti in materiali vari (PVC, neoprene, tubi in rame, scampoli di antichi tessuti).

 

Della collezione fanno parte anche alcuni gioielli dedicati all’isola di Ischia, un omaggio che anticipa future collaborazioni.

 

La scelta di lavorare sui tópoi vuole sottolineare la capacità del design di ri-configurare i luoghi comuni e di coinvolgere il fruitore nei processi di creazione e configurazione.

 

L’ottimizzazione dei processi produttivi, la sintesi formale, il riutilizzo di materiali poveri, nobilitati dalla visione progettuale, genera una varietà pressoché infinita di soluzioni e di immaginari sempre diversi, appassionando il fruitore al processo di configurazione.

 

Si tratta di pezzi unici e irripetibili: nessuno è uguale all’altro.

 

Il convegno restituisce una visione complessiva dell’operazione che vede coinvolti il mondo dei beni culturali, il mondo del design, della moda e delle attività artigianali e quello delle gallerie per la diffusione di operazioni artistiche e di design.

 

Lo spazio della mostra è stato pensato da Giovanni Francesco Frascino, con le musiche di Stefano Gargiulo, già autore del poema per orchestra ispirato a La parabola dei ciechi di Pieter Bruegel il Vecchio per la mostra L’Opera si racconta, e la grafica di Antonio Iodice e Giulia Scalera (studio Pluff).

 

La mostra è realizzata con il sostegno di Stone Group e Officine Manganiello.

 

La mostra, a ingresso gratuito, il giorno dell’inaugurazione martedì 20 febbraio sarà visitabile dalle ore 15.00 alle ore 18.00, mentre venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 febbraio dalle 10.00 alle 15.00.

 

 

Foto di Giovanna Garraffa

 

Per maggiori informazioni contattare l’Istituto Caselli al numero 081 7413403 o consultare il sito www.istitutocaselli.gov.it

 

Per info sul Real Bosco di Capodimonte clicca qui.

 

Ufficio Accoglienza e valorizzazione

tel. 081 7499130 (10.00-13.00 | 15.00-17.00) tranne il mercoledì.

email:

mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it

 

Per raggiungere il Museo e Real Bosco di Capodimonte:

Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)

Fermate a richiesta lungo il percorso

Tariffe da 2 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti