Presentazione del libro L’Arte di imbandire la tavola

Giovedì 23 novembre 2017 alle ore 16.30 nell’Appartamento Reale del Museo e Real Bosco di Capodimonte (sala 37), l’associazione Amici di Capodimonte ONLUS presenta il libro di Angela Caròla-Perrotti L’Arte di imbandire la tavola e il “dessert per 60 coverti” dei Borbone di Napoli, che ha contribuito ad editare con Grimadi & C. Editori. Il volume ripercorre la storia dell’unico centro tavola napoletano giunto a noi nella sua integrità e conduce una ricerca sulla maniera di allestire la tavola aristocratica a Napoli durante il XVIII secolo, in particolare presso la corte borbonica.

All’evento interverranno il Direttore Sylvain Bellenger, Angela Caròla-Perrotti, Errico di Lorenzo e Paola Giusti.

In occasione dell’incontro Errico di Lorenzo, presidente di Amici di Capodimonte ONLUS, assegnerà ufficialmente la borsa di studio Augusto de Luzenberger edizione 2017/2018.

 

Un documento datato 1830 ha permesso di ritrovare gli elementi di un grande Dessert (era questo il nome con cui venivano chiamate al tempo le decorazioni del centro-tavola) realizzati dalla Real Fabbrica Ferdinadea della Porcellana verso il 1785 per la corte napoletana di Ferdinando IV di Borbone.

 

L’insieme, per un totale di 114 biscuit tutti reperiti tra depositi e vetrine del Museo e Real Bosco di Capodimonte, ha permesso la ricostruzione dell’unico centro tavola napoletano giunto a noi nella sua integrità sopravvivendo alle vicissitudini storiche e allo stesso tempo è servito da spunto per condurre una ricerca parallela sulla maniera di allestire la tavola aristocratica a Napoli durante il XVIII secolo, in particolare presso la corte borbonica.

 

Rituali e consuetudini del Servizio alla Francese insieme alla rievocazione dell’arredo delle sale adibite al pranzo ci consentono oggi di comprendere come doveva presentarsi agli invitati a corte in occasione dei banchetti ufficiali la tavola del Re, un vero elogio al patrimonio archeologico dei Borbone riprodotto in miniatura nei biscuit del Dessert e alle bellezze naturali del Regno miniate con perizia sul vasellame del Servizio detto dell’Oca che ad esso si accompagnava.

 

 

Il volume di Angela Caròla-Perrotti L’Arte di imbandire la tavola e il “dessert per 60 coverti” dei Borbone di Napoli commenta Errico di Lorenzo, presidente di Amici di Capodimonte ONLUS – rappresenta un significativo contributo alla conoscenza dello straordinario patrimonio del Museo anche nel campo delle arti decorative, ed è per questo che gli Amici di Capodimonte hanno ritenuto di dover contribuire alla sua realizzazione e presentazione.

 

L’autrice Angela Caròla-Perrotti laureata presso l’Università di Losanna con specializzazione in Storia dell’Arte, come libera professionista ha fra l’altro diretto per 15 anni il reparto ceramico della Christie’s Italia e ha collaborato ripetutamente con la Soprintendenza del Polo Museale Napoletano per la catalogazione delle porcellane di vari musei cittadini in particolare del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

 

Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche sono da segnalare la monografia del 1978 La Porcellana della Real Fabbrica Ferdinandea (1771-1806), il volume del 1990 La Porcellana Napoletana dell’800 (1807-1860) e il catalogo dell’importante esposizione tenutasi nel 1986 presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli Le porcellane dei Borbone di Napoli: Capodimonte e Real Fabbrica Ferdinandea (1743- 1806).

 

Ha partecipato con saggi specialistici alla La Storia di Napoli (volumi VIII e IX) e alla La Storia del Mezzogiorno, a convegni ed esposizioni tenutesi sia in Italia che in Inghilterra, Francia e Germania fra le quali al catalogo della mostra Fascination of Fragility tenutasi nel 2010 a Dresda per commemorare i trecento anni dalla fondazione della Manifattura di Meissen.

 

Ricordiamo che in Auditorium alle ore 19.00 prosegue la rassegna cinematografica La settima arte a Capodimonte, nell’ambito del calendario di eventi Capodimonte dopo Vermeer con il film Caravaggio di Derek Jarman (1986). La proiezione sarà introdotta da Nicolangelo Gelormini, regista. Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Per raggiungere il Museo e Real Bosco di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 2.00 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti.