Prima Giornata Nazionale del Paesaggio

Il 14 marzo 2017  il Museo e Real Bosco di Capodimonte partecipa alla Prima edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio, promossa dal Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che prevede oltre 120 iniziative in tutta Italia.

L’evento ha lo scopo di promuovere la cultura del paesaggio e sensibilizzare i cittadini riguardo i temi e i valori della salvaguardia dei territori.

Nel corso della Giornata nazionale del Paesaggio le Soprintendenze Archeologia, Belle Arti e Paesaggio apriranno le porte ai cittadini con iniziative di sensibilizzazione e di riflessione sul tema, mentre i Musei del MiBACT proporranno ai visitatori incontri e approfondimenti incentrati su opere delle collezioni che raffigurano paesaggi.

 

Al Museo di Capodimonte alle ore 11.00 il percorso guidato L’arte racconta il paesaggio.

 

La giornata verrà promossa tramite uno spot realizzato dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma in programmazione sulle reti RAI dal 9 marzo e una campagna social #paesaggioitaliano sugli account ufficiali del MiBACT e di RadioTre Rai.

 

 

Il percorso guidato proposto dal Museo e Real Bosco di Capodimonte vuole raccontare, attraverso i dipinti più significativi e i servizi della Manifattura della Real Fabbrica della porcellana di Napoli, la nascita e lo sviluppo dei Siti Reali Borbonici a partire dal Settecento con l’insediamento di Carlo di Borbone nel Regno di Napoli.

 

La prima parte del percorso guidato si svolgerà tra i capolavori delle collezioni del museo, tra i paesaggi settecenteschi di Antonio Joli, Claude-Joseph Vernet e Jacob Philipp Hackert che decorano l’Appartamento Reale assieme ai preziosi oggetti della Manifattura napoletana con le vedute del Regno di Napoli.

 

L’itinerario guidato continuerà nel Parco di Capodimonte, protetto dall’UNESCO e bene culturale con un immenso patrimonio storico, architettonico e botanico.

 

Il Parco nell’area della collina di Capodimonte fu voluto da Carlo di Borbone, per la bellezza della veduta sulla città ed per il suo belvedere, divenuta una delle immagini più celebri del vedutismo napoletano.

 

L’attuale configurazione del Parco consente di seguire le trasformazioni che si sono susseguite nel corso di oltre due secoli e di riconoscere i momenti fondamentali della sua evoluzione.

 

Il suggestivo percorso si esplicherà attraverso la parte iniziale del settecentesco bosco carolino per proseguire nel giardino ottocentesco all’inglese, secondo il gusto che aveva invaso tutta l’Europa, noto come Giardino dei Principi, per concludersi nell’area del Belvedere, nota come veduta di Napoli, da cui è possibile godere di un panorama che interessa il golfo di Napoli e le principali attrazioni della città.

 

Gli approfondimenti sono a cura di Paola Aveta e Concetta Capasso dei Servizi Educativi del Museo di Capodimonte.

 

Per partecipare alla visita è necessario munirsi del biglietto d’ingresso.

 

Prenotazione obbligatoria alla mail

mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it.

Attendere mail di conferma.

 

Per info: 081 7499130 (10.00-13.00 | 15.00-17.00) tranne il mercoledì.

L’appuntamento è nella sala dell’ ufficio Accoglienza, adiacente alla biglietteria.

 

Foto di copertina di Giovanna Garraffa

 

Scopri le attività didattiche in programma fino al giugno 2017:

 

 

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 1.50 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti

 

Per maggiori info clicca qui