Pulcinella//XXI di Rosalba Quindici. Azione mimico-musicale

Pulcinella//XXI di Rosalba Quindici è l’azione mimico-musicale per flauti, violoncello, pianoforte e danzatrice che sarà presentata al Museo e Real Bosco di Capodimonte il 7 febbraio 2020 in due appuntamenti, alle ore 17.00 e alle ore 18.00 nella sala 12, al primo piano del Museo.

L’opera, che ha il suo nucleo generatore nel personaggio omonimo, è commissionata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, in occasione della mostra Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica.

 

 

Pulcinella//XXI è il frutto di un articolato lavoro di ricerca svolto dalla compositrice a partire da alcuni aspetti della figura di Pulcinella, centrati sul problema della maschera, della diversità e della metamorfosi.

Superandone gli stereotipi con cui troppo spesso se ne è mortificata la ramificata ricchezza antropologica, l’autrice si è soffermata a indagare e a rappresentare la maschera napoletana come espressione idealtipica dell’alterità.

 

 

Museo e Real Bosco di Capodimonte
Napoli, Napoli, Napoli
di Lava, Porcellana e Musica
© photo Luciano Romano 2019

 

 

Una figura eversiva, che introduce elementi di disordine in una società che si autorappresenta ordinata, inducendone un capovolgimento a cui può partecipare la maschera stessa, come in un rapporto osmotico.

Sul piano formale il lavoro si sviluppa in tre pannelli mimico-musicali, basati sulla stretta interazione tra musicisti e danzatrice in un gioco di azione-reazione metamorfica dei gesti musicali e delle forme coreografiche.

 

 

 

 

 

Un gioco sottolineato anche dalla scelta compositiva di creare un vero e proprio corto circuito tra il linguaggio sperimentale della musica colta contemporanea e il tributo al Settecento musicale napoletano, evocato dal tema pergolesiano del Flaminio – già utilizzato da Stravinskij nel suo Pulcinella (1920) – che in questa azione mimico-musicale ricorre come cellula germinale.

 

 

 

 

Rosalba Quindici (compositrice) è arrivata allo studio della composizione dopo aver conseguito il diploma di pianoforte, la laurea in filosofia e il dottorato di ricerca in fenomenologia dell’ascolto musicale sotto la guida di Giovanni Piana.

Diplomatasi in composizione nel 2010, si è perfezionata con Alessandro Solbiati, Azio Corghi, Salvatore Sciarrino e Stefano Gervasoni, frequentando poi i Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt e concludendo gli studi a Berna, dove ha conseguito un master in composizione presso la Hochschule der Künste con Xavier Dayer.

Suoi lavori sono regolarmente eseguiti da interpreti prestigiosi in vari festival in Italia e all’estero, tra i quali: Festival Nuova Consonanza di Roma, Festival Verso Traiettorie di Parma, Festival für neues Musiktheater di Monaco di Baviera, Festival 5 Giornate di Milano, Firenze suona Contemporanea, Musikfestival di Berna, Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli.

Da diversi anni ha affiancato alla produzione di musica assoluta la composizione di lavori di teatro musicale (The Navidson Records – commissione Biennale di Monaco 2016 – e Tre sorelle di Anton Čechov – Residenza Carte Vive Fondazione Cariplo, con la regia di Laura Pasetti e il The Merry Wives Trio) e di azioni mimico-musicali – di cui firma anche il soggetto e la coreografia (Oltre Parade, dedicata alla pittura di Picasso, e Lampi di Materia, ispirata al Grande Cretto Nero di Alberto Burri – entrambe commissioni del Museo e Real Bosco di Capodimonte).

Nel 2017 la casa discografica Stradivarius ha pubblicato un CD, dal titolo Intersezioni, contenente alcuni dei lavori da lei composti tra il 2014 e il 2016.

Nel quadro dei rapporti fra la filosofia e le arti, da lei sempre coltivati e promossi, ha composto (su libretto di Rosario Diana) la musica per le opere reading: I. Gli Archetipi. “Paradiso perduto” di John Milton e II. Diramazioni da Hegel. Dall’“Autobiografia di un servo” (in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, l’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno/CNR e l’Accademia di Belle Arti di Napoli) e Il pensiero velato, lettura per musica sulla figura del principe di Sansevero (commissione del Museo Cappella Sansevero).

 

 

 

INTERPRETI

Dissonanzen è un collettivo artistico che opera nel campo del repertorio musicale contemporaneo, dell’improvvisazione, dell’elettronica, del teatro e della multimedialità, cercando continuamente relazioni, sconfinamenti, cortocircuiti tra le diverse musiche e le altre arti.

 

Nel corso degli anni, all’interno dell’attività dell’Associazione, si è sviluppato sempre di più il lavoro dell’Ensemble Dissonanzen, che dal 2002 ha suonato per l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, Amici della Musica di Trapani e di Modena, Musica Insieme di Bologna, Festival Traiettorie di Parma, Festival Time Zones di Bari, Festival Internazionale di Ravello, Ravenna Festival, Giovine Orchestra Genovese, Festival di Salisburgo, Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, collaborando con musicisti quali Michel Godard, Cristina Zavalloni, Enrico Baiano, Markus Stockhausen, Jim Pugliese, Stefano Scodanibbio, Alvin Curran, Marco Angius, Giorgio Battistelli, Marc Ribot, Adam Rudolph, Evan Parker, David Ryan, Gianni Trovalusci, Giancarlo Schiaffini, Silvia Schiavoni.

 

Dissonanzen ha al suo attivo diverse pubblicazioni discografiche, tra cui due cd per la Mode Records di New York, dedicati ad opere cameristiche di Dallapiccola, Petrassi ed Henze; un cofanetto di 5 cd per Die Schachtel, contenente progetti legati all’improvvisazione e alla scrittura aperta; due cd per Stradivarius con musiche di Alessandra Bellino, Jacob Van Eyck e Patrizio Marrone; un cd per Itinera (Pomigliano Jazz) in collaborazione con Giancarlo Schiaffini e Silvia Schiavoni; un cd per Black Sheep Power Desco Music in collaborazione con Evan Parker.

Nell’ottobre del 2018 l’Ensemble Dissonanzen ha esordito nella stagione di Nuova Consonanza presentando, in collaborazione con Edison Studio e il videoartista Andrea Pennisi, la sonorizzazione del film muto Gli ultimi giorni di Pompei in una nuova realizzazione musicale e visuale. Sempre nel 2018, in collaborazione con Teatri Uniti, storica compagnia teatrale napoletana diretta da Toni Servillo, l’Ensemble Dissonanzen ha realizzato Words and Music di Samuel Beckett e Morton Feldman, con la regia di Andrea Renzi e la direzione musicale di Mariano Patti, trasmesso poi da Radio 3, riscuotendo un ottimo consenso di critica.

Nel 2019 Dissonanzen ha realizzato la prima serie di concerti in collaborazione con il Teatro Stabile di Napoli nel ridotto del Teatro Mercadante, con il supporto del progetto SIAE Classici di oggi.

 

 

Rossella Petruzziello (danzatrice) si è diplomata presso l’Accademia Arte e Spettacolo – Centro Professionale di Danza Classica, Moderna e Contemporanea Spazio Danza di San Gennaro Vesuviano (Napoli), diretta da Rosa Varriale e Francesco Imperatore, dove ha studiato danza classica e danza contemporanea con Michele Merola, hih-hop con Mister Fritz Zamy.

Interessata a conoscere i linguaggi artistici in generale, si è dedicata anche allo studio della musica, del canto e della recitazione.

 

Vincitrice di numerosi premi e borse di studio in Italia e in Europa, ha seguito corsi avanzati con maestri quali Gianin Loringett, Martine Mattox e ha partecipato, in qualità di danzatrice e performer, a numerosi spettacoli tra cui: Oltre Parade e Lampi di Materia (azioni mimico-musicali di Rosalba Quindici) presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte, Venite a me e La Signora del Lago (musical di Gianpiero Francese) presso i Sassi di Matera e il Lago Sirino di Potenza, Sorrido grazie a te (con la direzione Francesco Imperatore) presso il teatro Politeama di Napoli e C’era una volta le favole con la Compagnia All Crazy di Michele Visone al Raimbow Magicland di Roma.

Esperienze lavorative più recenti l’hanno vista protagonista nel cast artistico dello spettacolo di Francesco Pirone presso Relais Masseria Le Cesine (Puglia) e nell’Evento Raytec con la direzione NEWAY presso il Raytec di Parma.

Ha lavorato inoltre come coreografa con il Nicolaus Vision Group (direzione artistica Giancarlo Capito) ed è stata impegnata in una prestigiosa tournée in India con lo spettacolo Adytia Birla Awards (produzione della Fountainhead Entertainement).

 

Attualmente fa parte della compagnia di ballo dello spettacolo Sanremo Musical (regia di Isabella Biffi) andato in scena presso il Teatro Ariston, il Casinò di Sanremo e il Teatro Manzoni di Milano.

 

 

 

 

 

Pulcinella//XXI
di Rosalba Quindici

azione mimico-musicale
per flauti, violoncello, pianoforte e danzatrice

Evento prodotto e patrocinato dal Museo e Real Bosco di Capodimonte nell’ambito della mostra Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica

Ideazione dell’opera e musica
Rosalba Quindici

Coreografia
Rosalba QuindiciRossella Petruzziello

Ensemble Dissonanzen
Tommaso Rossi (flauti)
Manuela Albano (violoncello)
Ciro Longobardi (pianoforte)

danzatrice
Rossella Petruzziello

costumi
Annamaria Ribezzo

tecnico del suono
Alfonso La Verghetta

 

 

DOVE: MUSEO E REAL BOSCO DI CAPODIMONTE
VIA MIANO, 2
SALA 12, I PIANO

QUANDO: 7 FEBBRAIO 2020
ALLE ORE 17.00 e ALLE ORE 18.00

COSTO: INGRESSO CON PAGAMENTO DEL BIGLIETTO RIDOTTO DEL MUSEO DI 8 EURO

PRENOTAZIONE CONSIGLIATA TRAMITE E-MAIL: info@quidra.it

 

 

 

Seguite gli aggiornamenti sul nostro blog e i nostri canali social