Gli elementi del contemporaneo. Che forma ha il vento?

Domenica 10 settembre alle ore 11.00 Che forma ha il vento? sesto appuntamento del ciclo di laboratori Gli elementi del contemporaneo dedicati alle famiglie con bambini di età compresa fra i 6 e gli 11 anni. Ciascun incontro è dedicato ad uno dei quattro elementi naturali, per avvicinare i bambini all’arte contemporanea, stimolandone la capacità di osservazione e la rielaborazione creativa attraverso esperienze ludico-formative che ne favoriscono l’interazione con i genitori.

Gli elementi del contemporaneo. Che forma ha il vento?

Domenica 25 giugno alle ore 11.00 Che forma ha il vento? il terzo appuntamento del ciclo di laboratori Gli elementi del contemporaneo dedicati alle famiglie con bambini di età compresa fra i 6 e gli 11 anni, nell’ultima domenica di ogni mese. Ciascun incontro è dedicato ad uno dei quattro elementi naturali, per avvicinare i bambini all’arte contemporanea, stimolandone la capacità di osservazione e la rielaborazione creativa attraverso esperienze ludico-formative che ne favoriscono l’interazione con i genitori.

Bourgeois e Guarino. Incontri Sensibili in mostra a Capodimonte

Dopo il grande successo dell’inaugurazione di sabato scorso, è aperta al pubblico dal 26 marzo al 17 giugno la mostra  Incontri sensibili, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio.

Per la prima volta in Italia è esposta l’opera Femme couteau (2002) di Louise Bourgeois in dialogo con il Martirio di Sant’Agata, opera seicentesca di Francesco Guarino.

Il Direttore Sylvain Bellenger ha raccontato di come è nata l’idea della mostra, un dialogo tra due opere distanti più di trecento anni ma che rimandano entrambe a donne colpite nella loro femminilità.

Louise Bourgeois e Francesco Guarino. Incontri sensibili

Sabato 25 marzo alle ore 11.00 al Museo di Capodimonte sarà inaugurata la mostra Incontri sensibili, aperta al pubblico dal 26 marzo al 17 giugno, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio, dove verrà esposta per la prima volta in Italia l’opera Femme couteau (2002) di Louise Bourgeois in dialogo con il Martirio di Sant’Agata, opera seicentesca di Francesco Guarino.

Donne colpite nella loro femminilità. L’eroina cristiana Sant’Agata coi seni mutilati che guarda fiera e sensuale il suo spettatore incontra la figura giacente della Bourgeois, vittima dal corpo mutilato della testa e degli arti, su cui incombe la lama minacciosamente in bilico della violenza ancora in agguato.

Oggi è il compleanno di… Alberto Burri

Domenica 12 marzo alle ore 11.00 al Museo di Capodimonte vi invitiamo a festeggiare il compleanno di Alberto Burri! 

Ancora un’occasione per riscoprire la sezione di Arte Contemporanea del museo, unico esempio di museo di arte antica in Italia che vanta una sezione di contemporaneo, inaugurata nel 1996 e recentemente riaperta dopo la risistemazione degli ambienti espositivi e mirati interventi di conservazione delle opere.

Nella suggestiva sala che ospita il Grande Cretto Nero ripercorreremo la storia della collezione, nata e sviluppatasi nel tempo grazie ad un intenso e coraggioso dialogo intrapreso dal Museo di Capodimonte con il presente dell’arte, a partire dal 1978 con la mostra antologica dedicata proprio ad Alberto Burri ed arricchitasi con l’attività espositiva di artisti di fama internazionale che si sono confrontati, tranne in rare eccezioni,  con gli spazi e le opere del museo.

Kounellis

Addio al grande maestro Jannis Kounellis

Il direttore Sylvain Bellenger ricorda Jannis Kounellis con le parole di Andrea Viliani, direttore del Museo Madre, e con un sentito ringraziamento per la magnifica opera Senza Titolo donata dall’artista scomparso al Museo di Capodimonte.

Stasera è morto Jannis Kounellis, il grande artista dell’Arte Povera con cui, nel 2006, inaugurò il museo Madre, e di cui il museo conserva in collezione tre opere bellissime.

Domani e nei prossimi giorni lo ricorderanno giornali e TV, ma io lo vorrei fare stasera con questo sms, inviato ad alcune amiche e amici: grazie “Gianni”.

IED Master Days: appuntamento con Ginette Caron a Capodimonte

Giovedì 20 ottobre a Napoli nella sezione di arte contemporanea del Museo di Capodimonte si svolgerà una masterclass degli IED Master Days dalle ore 17.30 alle ore 19.30 a ingresso libero, aperta alla città e rivolta, in particolare, a studenti, creativi, professionisti e laureati.
A guidare l’incontro Ginette Caron, designer che firma opere grafiche capaci di manifestarsi attraverso una particolare leggerezza e sensibilità poetica.

Museo gratis nella domenica del cinema

Domenica 4 settembre, giornata di ingresso gratuito che il MiBACT ha dedicato al cinema in occasione della Mostra del Cinema di Venezia e dell’iniziativa #Cinema2day, i visitatori saranno guidati dagli storici dell’arte della Sezione didattica del Museo alla scoperta del costante dialogo fra antico e contemporaneo, a partire dal Cretto nero di Alberto Burri, ripreso con Margherita Buy nel film Lo spazio bianco diretto nel 2009 da Francesca Comencini e tratto dall’omonimo romanzo di Valeria Parrella.

Il Vesuvio nell’arte.

Giovedì 28 luglio alle 20:00 Il protagonista è il Vesuvio!

 

Partecipate al secondo appuntamento di Racconta il Museo di Capodimonte a modo tuo.

 

Partendo da Vesuvius di Andy Warhol, che mostra i tratti tipici della cultura di massa, ripercorreremo la storia del vulcano, il cui pennacchio fumante è stato riprodotto dai più grandi artisti del ‘700 e ‘800.