Weekend 21-22 settembre 2019: Giornate Europee del patrimonio, apertura serale, musica e visite guidate alla mostra Napoli Napoli

Un weekend ricco di appuntamenti al Museo e Real Bosco di Capodimonte con l’apertura serale di sabato 21 settembre (ingresso a 1 euro) e le iniziative per le Giornate Europee del patrimonio 2019 che quest’anno scelgono il tema “Un, due, tre…arte! Cultura e intrattenimento”.

Trascorrete e condividete una giornata al Museo e Real Bosco di Capodimonte e scopritene l’immensa bellezza.

La mostra Napoli, Napoli. Di lava, porcellana e musica

Apre il 21 settembre 2019 al Museo e Real Bosco di Capodimonte, la mostra Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, a cura di Sylvain Bellenger (21 settembre 2019 – 20 settembre 2020), realizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte con il Teatro di San Carlo di Napoli, in collaborazione con l’associazione Amici di Capodimonte onlus, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa.

Primo weekend della mostra “Caravaggio Napoli”– Necessaria la prenotazione

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte vi aspetta, da venerdì 12 aprile 2019, per il primo weekend della mostra Caravaggio Napoli, curata da Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger.

Promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dal Pio Monte della Misericordia, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa, la mostra Caravaggio Napoli, visitabile fino al prossimo 14 luglio 2019, approfondisce il periodo napoletano di Caravaggio e l’eredità lasciata nella città partenopea.

Van Gogh. I capolavori ritrovati

Martedì 7 febbraio saranno esposti per tre settimane al Museo e Real Bosco di Capodimonte, prima di tornare in Olanda, i due dipinti di Vincent Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra, a settembre dello scorso anno.

L’esposizione delle tele, accolta con entusiasmo dal Museo olandese, è promossa dal Ministero dei beni e delle Attività Culturali e Turismo, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e finanziata dalla Regione Campania. Il progetto è attuato dalla Scabec Spa, con l’organizzazione a cura di Electa, senza alcuna maggiorazione del prezzo di ingresso, come avvenuto per la mostra di Vermeer.