Il Direttore Bellenger riceve il Premio GreenCare

Si è svolta ieri, giovedì 13 luglio, in una sala gremita dell’Unione Industriali Napoli a piazza dei Martiri, la cerimonia di premiazione del GreenCare, un riconoscimento ai meritevoli curatori del verde urbano nell’area metropolitana di Napoli.

Simonetta Zanon della Fondazione Benetton Studi e Ricerche ha consegnato il Premio GreenCare 2017 al direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger.

Capodimonte dopo Picasso. Progetti e mostre da Sofia Loren ai Samurai

Domenica 9 luglio il Museo di Capodimonte ha dato festosamente il saluto ufficiale alla mostra Picasso e Napoli: Parade, con un ricco programma di visite guidate gratuite, musica, concerti, spettacoli e ospiti d’eccezione. 

Jack Lang, già ministro della Cultura francese, e l’On. Vincenzo De Luca, presidente della Giunta regionale della Campania, hanno conversato nella sala della Culla su arte e cultura col direttore Sylvain Bellenger, che ha annunciato le grandi mostre future e i progetti di ammodernamento del Museo e Real Bosco di Capodimonte. 

Picasso e Napoli: Parade è uno spettacolo

Parade è uno spettacolo, scritto da Cocteau, musica di Satie, scene costumi e sipario di Picasso.

Il grande sipario non è un oggetto di scena ma un’opera d’arte, il più grande quadro che Picasso abbia mai realizzato e che ancora oggi ha ispirato splendide performance.

Tornai al fronte lasciando a Satie un mucchio di note, di schizzi, che avrebbero dovuto suggerirgli il tema del Cinese, della Ragazza americana e dell’Acrobata… Il cinese era capace di torturare dei missionari, la ragazzina di affondare sul Titanic, l’acrobata di essere in confidenza con gli astri, Jean Cocteau

Bye Bye Picasso. Ultimi giorni a Napoli. Eventi dal 6 al 10 luglio

Bye Bye Picasso. Ultimi giorni per salutare la mostra Picasso e Napoli: Parade. Come la Parade, la mostra chiude il 10 luglio, dopo 3 mesi di apertura al pubblico, con una straordinaria ricchezza di appuntamenti in programma tra aperture serali, visite guidate gratuite, musiche, concerti, spettacoli e ospiti d’eccezione. Per ascoltare la musica tradizionale partenopea e il jazz, e conversare su arte e cultura con Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, l’On. Vincenzo De Luca, presidente della Giunta regionale della Campania e Jack Lang, già ministro della Cultura francese.

Scopri il programma dal 6 luglio al 10 luglio 2017.

Picasso e Napoli: Parade è arte

Il Vesuvio fabbrica tutte le nuvole del mondo. Il mare è blu scuro. Scaglia Giacinti sui marciapiedi, Jean Cocteau

La mostra Picasso e Napoli: Parade mette insieme per la prima volta opere esclusive che raccontano una storia: l’avventura che ha dato vita a Parade, uno spettacolo, una visione, un’opera d’arte.

Il viaggio, le suggestioni che hanno rapito Picasso nelle due settimane trascorse a Napoli, durante le quali l’artista che ha impresso un segno indelebile nella storia, affamato di vita, ha osservato una realtà dalla forza vitale sorprendente, fino a quel momento sconosciuta, per reinterpretarla nella sua opera.

Luglio musicale a Capodimonte 2017

Tutte le domeniche dal 2 al 30 luglio alle ore 19.00 (domenica 9 luglio alle ore 20.00), cinque concerti a ingresso gratuito al Belvedere del Real Bosco di Capodimonte, con la sua splendida vista sul golfo di Napoli. Un omaggio al glorioso Luglio musicale di Capodimonte riproposto, dopo il grande successo della scorsa edizione, dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger con Elsa Evangelista, direttore del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella.

HackNight@Museum 1 e 2 luglio al Museo e Real Bosco di Capodimonte

The Big Hack – HackNight@Museum: al Museo e Real Bosco di Capodimonte 1 e 2 luglio un weekend non-stop di creatività, tecnologia e condivisione.

Promosso dalla Regione Campania e organizzato da Maker Faire Rome – The European Edition 4.0 con Sviluppo Campania in collaborazione con Codemotion, e grazie al supporto del Museo di Capodimonte, #HackNight@Museum è una maratona di programmazione che si inserisce nella strategia regionale di promozione e diffusione delle competenze digitali, in particolare presso i giovani per avvicinarli allo studio delle materie scientifiche.

Il week end dell’1-2 luglio vedrà, dunque, il Museo di Capodimonte protagonista con i suoi migliori talenti al servizio dell’innovazione.

Educamp a Capodimonte con CONI e Acquachiara dal 19 al 30 giugno

Dal 19 al 30 giugno 2017 il Museo e Real Bosco di Capodimonte ospiterà Educamp a Capodimonte con CONI e Acquachiara grazie al quale i ragazzi e i bambini iscritti al progetto, tutti in età compresa dai 4 ai 15 anni, potranno svolgere dalle 8.30 alle 16.00 attività ludico-sportiva nell’area della Fagianeria del Bosco di Capodimonte che dispone, tra l’altro, di due campi di calcetto e di due campi di tennis.

Musica per Picasso. Napoli suona la Spagna

Domenica 28 maggio alle ore 17.30 La Musica racconta Picasso, concerto del programma musicale che il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli presenta al Museo di Capodimonte in occasione della mostra Picasso e Napoli: Parade (fino al 10 luglio 2017).

Una rassegna di concerti dedicati al pittore spagnolo Pablo Picasso, ideata congiuntamente dai direttori delle due prestigiose istituzioni, Sylvain Bellenger e Elsa Evangelista.

Franceschini visita Picasso a Capodimonte, museo del cambiamento

Capodimonte è la dimostrazione che i cambiamenti in Italia si possono fare, basta un po’ di buona volontà ha dichiarato a margine della sua visita al Museo e Real Bosco di Capodimonte il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, accompagnato dal direttore Sylvain Bellenger nella mostra Picasso e Napoli: Parade, una mostra che sta portando grandi numeri, dopo essere stato accolto dalla Street Parade, musica e balli popolari, dell’associazione MusiCapodimonte.

Il direttore Bellenger inaugura il ciclo L’Opera si racconta con il Cristo in Croce di Van Dyck

Il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger ha presentato al pubblico e alla stampa l’opera Cristo in Croce del pittore fiammingo Van Dyck, che sarà protagonista de L’Opera si racconta: un ciclo di esposizioni di capolavori conosciuti ma anche poco noti o in deposito.

Un’iniziativa che servirà a mettere in risalto dipinti, sculture e oggetti d’arte della straordinaria collezione del museo raccontati in una chiave nuova e in dialogo con altre opere.

Italia – Polonia. Nuovi percorsi di una collaborazione internazionale

Sabato 13 maggio (ore 9:30, sala della Culla, primo piano) il Museo di Capodimonte ospiterà l’incontro Italia – Polonia. Nuovi percorsi di una collaborazione internazionale organizzato dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, dagli Amici di Capodimonte onlus, dall’Istituto Italiano di Cultura a Cracovia.

Van Dyck per il ciclo L’Opera si racconta

Giovedì 11 maggio alle ore 11.30 (sala 6, primo piano), il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger presenterà al pubblico e alla stampa l’opera Cristo in Croce del pittore fiammingo Van Dyck, nell’ambito de L’Opera si racconta: un ciclo di esposizioni di capolavori conosciuti ma anche poco noti o in deposito, un’iniziativa che servirà a mettere in risalto dipinti, sculture e oggetti d’arte della straordinaria collezione del museo raccontati in una chiave nuova e in dialogo con altre opere.

La Musica racconta Picasso: Vita popolare napoletana nei quadri di Picasso

Domenica 7 maggio alle ore 17.30 Vita popolare napoletana nei quadri di Picasso, il secondo concerto del programma musicale che il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli presenta al Museo di Capodimonte per la mostra Picasso e Napoli: Parade (fino al 10 luglio 2017).

Una rassegna dedicata a Pablo Picasso, ideata congiuntamente dai direttori delle due prestigiose istituzioni Sylvain Bellenger e Elsa Evangelista, che si ispira ai sentimenti e agli entusiasmi provati durante il suo soggiorno napoletano dal pittore spagnolo, affascinato dalla freschezza della quotidianità e dalla vivacità della vita popolare napoletana, dalla sua bellezza, dalla sua arte e dalla particolarità del suo paesaggio.