Ingresso gratuito ai Musei per chi acquista un biglietto degli spettacoli del Napoli Teatro Festival Italia 2020 in programma a Capodimonte e a Palazzo Reale

La Reggia di Capodimonte e Palazzo Reale incontrano il grande teatro internazionale.

Chiunque acquisti un biglietto dell’edizione 2020 del Napoli Teatro Festival Italia per uno spettacolo programmato negli spazi del Real Bosco di Capodimonte o di Palazzo Reale a Napoli avrà diritto a un biglietto gratuito per il museo dove è previsto l’evento, da utilizzare nei giorni successivi alla rappresentazione.

Il biglietto acquistato sarà vidimato nella data dello spettacolo e resterà valido fino al 31 agosto 2020.

Scomparso Marc Fumaroli: il ricordo di Stefano Causa e il contributo alla mostra “Carta Bianca”

Il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger si unisce al dolore del mondo della cultura per la scomparsa di Marc Fumaroli, storico della letteratura, critico d’arte, membro dell’Académie française. Per ricordare la sua grandezza e anche il contributo che Fumaroli ha dato alla mostra Carta Bianca. Capodimonte ImaginaireBellenger ha chiesto a Stefano Causa, docente di Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, questo testo che vi invitiamo a leggere.

 

Il Napoli Teatro Festival Italia 2020 a Capodimonte

La maestosa bellezza della Reggia di Capodimonte incontra il grande teatro nazionale.

La tredicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia 2020, presenta 130 eventi dal 1° al 31 luglio, di cui più di 30 spettacoli saranno ospitati a Capodimonte nel Cortile della Reggia (Porta Piccola) e nelle aree della Fagianeria e del Casino della Regina (Porta Miano).

L’iniziativa è stata fortemente voluta da Sylvain Bellenger, direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte, a testimonianza del legame tra diverse anime della cultura.

L’edizione del 2020, la quarta diretta da Ruggero Cappuccio, è organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano, con il forte sostegno della Regione Campania.

Chiunque acquisti un biglietto dell’edizione 2020 del Napoli Teatro Festival Italia per uno spettacolo programmato negli spazi all’aperto del Real Bosco di Capodimonte avrà il diritto di usufruire gratuitamente di una visita museale in loco nei giorni successivi alla rappresentazione.

Riapertura del Museo di Capodimonte

Riapre martedì 9 giugno 2020 il Museo di Capodimonte.

Il direttore Sylvain Bellenger ha accolto la stampa e i visitatori alle ore 11.30 per presentare in anteprima i nuovi progetti.

Visita con obbligo di prenotazione acquisto on line sul sito www.coopculture.it e tramite l’app Capodimonte che servirà anche per ascoltare le musiche della mostra Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica

Il visitatore, giunto al museo, sarà sottoposto alla misurazione della temperatura (via libera con temperatura inferiore a 37,5) e guidato da percorsi che gli eviteranno di incrociare il visitatore in uscita.

Obbligo di mascherina e ingresso contingentato.

L’Italia chiamò – Capodimonte oggi racconta… in modo virtuale la mostra Luca Giordano

Continuiamo a presentarvi in anteprima la spettacolare mostra su Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura, a cura di Stefano Causa e Patrizia Piscitello.

Un’inaugurazione virtuale in tre giorni dedicati al più grande pittore del Seicento napoletano, un’esposizione che ha già riscosso un successo di critica e di pubblico al Petit Palais di Parigi (dal 14 novembre 2019 al 23 febbraio 2020).

In attesa dell’apertura reale, in sala Causa al Museo e Real Bosco di Capodimonte, che speriamo di potervi offrire quanto prima, una volta superata l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Vi abbiamo presentato ieri il testo del curatore Stefano Causa, docente di Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Oggi potremo leggere il punto di vista del direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger accompagnato da un video di Carmine Romano, responsabile del progetto di digitalizzazione che ci porterà alla scoperta delle opere più significative che saranno esposte in mostra.

Domani martedì 7 aprile Patrizia Piscitello, co-curatrice dell’esposizione, e Alessandra Rullo, storiche dell’arte del Museo e Real Bosco di Capodimonte ci illustrano un viaggio nella storia: le tele di Luca Giordano dalle Chiese di Napoli al Museo e Real Bosco di Capodimonte, un cammino lungo secoli segnato da eventi bellici, cambi dinastici e disastri naturali.

L’Italia chiamò – Capodimonte oggi racconta… la mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura

Vi presentiamo qui in anteprima la spettacolare mostra su Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura, a cura di Stefano Causa e Patrizia Piscitello.

Un’inaugurazione virtuale che anticipa quella reale, in sala Causa al Museo e Real Bosco di Capodimonte, che speriamo di potervi offrire quanto prima, una volta superata l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Tre giorni dedicati al più grande pittore del Seicento napoletano, un’esposizione che ha già riscosso un successo di critica e di pubblico al Petit Palais di Parigi (dal 14 novembre 2019 al 23 febbraio 2020).

Oggi ospitiamo un testo del curatore Stefano Causa, docente di Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Domani potremo leggere il punto di vista del direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger che sarà accompagnato da un video di Carmine Romano, responsabile del progetto di digitalizzazione che ci porterà alla scoperta delle opere più significative che saranno esposte in mostra.

Martedì 7 aprile Patrizia Piscitello, co-curatrice dell’esposizione, e Alessandra Rullo, storiche dell’arte del Museo e Real Bosco di Capodimonte ci illustrano un viaggio nella storia: le tele di Luca Giordano dalle Chiese di Napoli al Museo e Real Bosco di Capodimonte, un cammino lungo secoli segnato da eventi bellici, cambi dinastici e disastri naturali.

 

Gemito apre la stagione napoletana al Petis Palais di Parigi

Il 15 ottobre 2019 con l’apertura al Petit Palais, al centro della città, a due passi dagli Champs Elysées, della mostra Vincenzo Gemito (1852-1929), il Museo e Real Bosco di Capodimonte inaugura una “stagione napoletana” a Parigi che durerà quattro mesi.

Lo scultore dell’anima napoletana (fino al 26 gennaio 2020) a cura di Christophe Leribault, direttore del Petit Palais e Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, con la curatela scientifica di Jean Loup Champion, Cécilie Champy-Vinas e Carmine Romano.

Welcome Colloquium 2019-2020. Presentazione nuovi borsisti del Centro per la Storia dell’Arte e dell’Architettura delle Città Portuali alla Capraia

Martedì 1 Ottobre 2019 alle ore 16.00 Welcome Colloquium 2019-2020.

Il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e Sarah Kozlowski, Associate Director dell’Edith O’Donnell Institute of Art History dell’University of Texas at Dallas inaugurano l’anno accademico 2019/2020 del Centro per la Storia dell’Arte e dell’Architettura delle Città Portuali alla Capraia del Real Bosco di Capodimonte con le relazioni dei Predoctoral Research Residents Claire Jensen, Lisa Malberg, Diana Mellon, and Nathan Reeves e dell’Affiliated Postdoctoral Researcher Jennifer Rabe.

I Cavalieri del Lavoro Gruppo Mezzogiorno donano “Apollo e Marsia” pregiata porcellana della Manifattura fondata da Carlo di Borbone

I Cavalieri del Lavoro-Gruppo Mezzogiorno donano al Museo e Real Bosco di Capodimonte Apollo e Marsia (1757-1759 ca) una pregiata porcellana della Manifattura fondata da Carlo di Borbone.

Il gruppo raffigura lo scuoiamento di Marsia, così come è narrato nelle Metamorfosi di Ovidio.

Il dio Apollo, dopo avere sconfitto il satiro che aveva osato sfidarlo in un supremo confronto musicale, si protende sul suo torace mentre questi, gli occhi sgranati e la bocca spalancata in urlo di dolore, cerca di divincolarsi dalle funi che lo tengono legato.

Pittori e scultori dell’Ottocento, protagonisti delle Giornate di studi sulla mostra Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere

Le giornate di studi organizzate a conclusione della mostra Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere, a cura di Maria Tamajo Contarini e Carmine Romano nell’Auditorium del Museo e Real Bosco di Capodimonte hanno proposto una rilettura delle collezioni, stimolando nuove esperienze e confronti ancora da scrivere.

Con oltre 1220 oggetti tra dipinti, sculture e arredi, scelti dai cinque depositi di Capodimonte, la mostra ha voluto raccontare come gli allestimenti museali siano dettati dalle scelte del gusto, risultato di una selezione fatta dai direttori e dai curatori che riflette lo stato della storia dell’arte in un dato periodo.

I depositi dei musei sono spesso ricchi di storie tutte ancora da scoprire ed è proprio questo l’invito che il Museo e Real Bosco di Capodimonte ha lanciato agli studiosi con la call for papers e le giornate di studi.

 

Weekend 21-22 settembre 2019: Giornate Europee del patrimonio, apertura serale, musica e visite guidate alla mostra Napoli Napoli

Un weekend ricco di appuntamenti al Museo e Real Bosco di Capodimonte con l’apertura serale di sabato 21 settembre (ingresso a 1 euro) e le iniziative per le Giornate Europee del patrimonio 2019 che quest’anno scelgono il tema “Un, due, tre…arte! Cultura e intrattenimento”.

Trascorrete e condividete una giornata al Museo e Real Bosco di Capodimonte e scopritene l’immensa bellezza.

La mostra Napoli, Napoli. Di lava, porcellana e musica

Apre il 21 settembre 2019 al Museo e Real Bosco di Capodimonte, la mostra Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, a cura di Sylvain Bellenger (21 settembre 2019 – 20 settembre 2020), realizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte con il Teatro di San Carlo di Napoli, in collaborazione con l’associazione Amici di Capodimonte onlus, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa.

Concerto sinfonico-corale ideato dal M° Roberto De Simone per il Luglio musicale 2019

L’edizione 2019 del Luglio Musicale a Capodimonte, antica tradizione sinfonica creata da Raffaello Causa il 6 luglio 1958 e riportata in vita quattro anni fa dal direttore Sylvain Bellenger, si apre domenica 7 e lunedì 8 luglio 2019 (ore 19.30 Belvedere e Cortile monumentale) con un concerto-evento gratuito ideato dal M° Roberto De Simone, davvero imperdibile.

Primo weekend della mostra “Caravaggio Napoli”– Necessaria la prenotazione

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte vi aspetta, da venerdì 12 aprile 2019, per il primo weekend della mostra Caravaggio Napoli, curata da Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger.

Promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dal Pio Monte della Misericordia, con la produzione e organizzazione della casa editrice Electa, la mostra Caravaggio Napoli, visitabile fino al prossimo 14 luglio 2019, approfondisce il periodo napoletano di Caravaggio e l’eredità lasciata nella città partenopea.