Van Gogh ritrovato e narrato

Tutti i giorni dal 12 al 26 febbraio alle 11.00 e alle 16.00 al Museo e Real Bosco di Capodimonte gli addetti ai Servizi Educativi vi racconteranno la straordinaria storia dei due dipinti di Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra.

Un’occasione imperdibile per accostarsi all’opera di uno dei più celebri artisti di sempre, che al pari di Caravaggio incarna il dramma del destino e della fragilità umana.

La Marina di Scheveningen e la Congregazione che esce dalla Chiesa Riformata di Nuenen saranno esposte al pubblico per tre settimane al secondo piano del Museo, senza alcuna maggiorazione del biglietto di ingresso, come avvenuto per la mostra di Vermeer.

Van Gogh. Il racconto di una giornata di riscatto

Dopo il grande successo della conferenza stampa apre oggi al pubblico la mostra voluta dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger sui capolavori ritrovati di Van Gogh che saranno esposti a capodimonte fino al 26 febbraio, prima del rientro ad Amsterdam.
Una storia di amore per l’arte, di generosità, di orgoglio e arricchimento per ognuno di noi che ci aiuta a mantenere vivi speranza e coraggio.

Van Gogh. I capolavori ritrovati

Martedì 7 febbraio saranno esposti per tre settimane al Museo e Real Bosco di Capodimonte, prima di tornare in Olanda, i due dipinti di Vincent Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra, a settembre dello scorso anno.

L’esposizione delle tele, accolta con entusiasmo dal Museo olandese, è promossa dal Ministero dei beni e delle Attività Culturali e Turismo, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e finanziata dalla Regione Campania. Il progetto è attuato dalla Scabec Spa, con l’organizzazione a cura di Electa, senza alcuna maggiorazione del prezzo di ingresso, come avvenuto per la mostra di Vermeer.