Weekend 29 giugno – 1 luglio 2018 aperture serali, inaugurazioni, shatsu e domenica gratuita

Una domenica da non perdere quella del 1 Luglio 2018 al Museo e Real Bosco di Capodimonte. Ingresso gratuito – come ogni prima domenica del mese – per visitare gli Appartamenti Reali, l’Armeria, L’Opera si racconta e le preziose collezioni (primo piano), mentre al secondo piano a soli 4,00 euro sarà possibile ammirare la collezione delle Arti a Napoli dal ‘200 al ‘700, la mostra Carta Bianca. Capodimonte Imaginarie (prorogata fino al 9 dicembre 2018) e Incontri Sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte, a cura di Sylvain Bellenger (fino al 30 ottobre 2018).

Al via il Luglio Musicale sul Belvedere (ore 19.00) e numerosi anche gli altri appuntamenti del weekend, a partire dalla prima apertura serale del venerdì con l’inaugurazione della mostra Incontri Sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte agli Incontri con la Natura – Shatsu della Scuola Siddharta.

Eccoli tutti nel dettaglio:


Venerdì 29 giugno 2018 ore 19.00

Inaugurazione di Incontri sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte

Venerdì 29 giugno 2018 alle ore 19.00 sarà inaugurata la mostra Incontri sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte a cura di Sylvain Bellenger  (sala 82, secondo piano, per l’occasione l’ingresso sarà a 2 €).

Per la prima volta al Museo e Real Bosco di Capodimonte l’opera di Paolo La Motta (Napoli, 1972) sarà presentata nell’ambito del ciclo di esposizioni Incontri sensibili, nel quale opere di artisti contemporanei dialogano con la collezione storica di Capodimonte.

Per saperne di più clicca qui.


Dal 29 giugno al 5 ottobre 2018, dalle ore 19.30 alle 22.30

Aperture serali straordinarie tutti i venerdì a 2 euro

Ritornano le aperture serali del Museo e Real Bosco di Capodimonte da venerdì 29 giugno a venerdì 5 ottobre 2018, con eventi e attività di animazione. Il Museo e Real Bosco di Capodimonte sarà aperto fino alle 22.30 (ultimo ingresso alle ore 21.30) e il biglietto costerà 2 euro a partire dalle 19.30. Un’occasione speciale per ammirare nelle fresche sere d’estate le mostre in corso e le collezioni di un museo tra i più ricchi d’Italia, una reggia e un parco unici al mondo. Si parte con l’inaugurazione della mostra Incontri Sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte, a cura di Sylvain Bellenger (fino al 30 ottobre 2018).

 


Sabato 30 giugno, dalle ore 16.00 alle ore 18.00 (praterie adiacenze Cellaio)

Incontri con la Natura – Shatsu della Scuola Siddharta

Sabato 30 giugno dalle ore 16.00 alle ore 18.00 nella zona detta delle praterie, adiacente il Cellaio del Real Bosco di Capodimonte, nell’ambito del ciclo di iniziative “Incontri con la Natura”, organizzate da Gente Green, appuntamento con lo Shatsu della Scuola Siddharta.

Shatsu in Giapponese significa “premere con le dita” e si riferisce a una forma di massaggio che trae insegnamento da un arte tradizionale di recupero della forza vitale, un movimento antico energetico spirituale. La terapia dello shatsu consiste nel premere con il palmo delle mani, con il pollice, il gomito e a volte anche con le ginocchia, lungo le “linee di flusso dell’energia”, ovvero i canali sulla superficie del corpo in cui, secondo la medicina orientale, scorre l’energia vitale. Con questo massaggio è possibile riequilibrare la “circolazione energetica” sia in superficie sia in profondità. Attività a cura del maestro Guglielmo De Martino e della scuola Siddharta di Napoli.

La partecipazione è libera e gratuita

Info e prenotazioni:

Cristiana Liguori tel. 3492343967

Carmine Maturo mail carmine@carminematuro.info


Domenica 1 Luglio al museo, dalle ore 8.30 alle 19.30 – ingresso gratuito

Ingresso gratuito al Museo e Real Bosco di Capodimonte: occasione preziosa per ammirare gli Appartamenti Reali, le sale della storica Armeria, ovvero la collezione di armi del Museo di Capodimonte, una delle più notevoli d’Europa, riaperta da poche settimane. Costituita dalle armi che appartenevano alla famiglia Farnese tra la fine del XV e il XVII secolo, fu ricevuta in eredità da Carlo di Borbone, che vi aggiunse nel Settecento la sua raccolta di armi da fuoco, alcuni doni diplomatici ed altre armi prodotte dalla Real Fabbrica di Napoli. Nell’Ottocento Ferdinando IV arricchì la collezione con alcuni pregiati manufatti cinquecenteschi, recuperati durante il suo esilio a Palermo. L’Armeria di Capodimonte è una storia completa delle armi europee d’epoca moderna.

Per domenica 1 luglio, dalle ore 12.00 alle ore 13.00, saranno a disposizione del pubblico per raccontare aneddoti e rispondere a domande e curiosità Antonio Tosini, esperto restauratore delle armi e Roberto Cinquegrana della Real Cavallerizza di Napoli.

Sempre al primo piano sarà possibile visitare gratuitamente L’Opera si racconta, un ciclo espositivo di mostre-focus con cui il Museo e Real Bosco di Capodimonte dà voce a dipinti, sculture e oggetti d’arte presentate al pubblico in confronto con altre opere o documenti coevi capaci di spiegarne il contesto in uno spazio dedicato: la sala 6. In mostra fino al 1 luglio 2018 la Sacra conversazione di Konrad Witz in dialogo con due manoscritti della metà del XV secolo provenienti dalla sezione “Manoscritti e Rari” della Biblioteca nazionale di Napoli: Horae Beatae Mariae Virginis Secundum usum rothomagensis, Heures à l’usage de Rouen, 214 fogli di cui 40 in grandi miniature, e Horae Beatae Mariae Virginis, Livre d’Heures, 181 fogli di cui 8 in grandi miniature. La mostra è realizzata in collaborazione con la Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele di Napoli e l’associazione Amici di Capodimonte onlus e realizzata con il supporto dell’azienda Tecno srl.

 

Al secondo piano del museo, con soli 4,00 euro, si potrà ammirare la mostra Carta Bianca. Capodimonte Imaginaire (fino al 9 dicembre 2018), a cura di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani e la mostra Incontri Sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte, a cura di Sylvain Bellenger, (inaugurazione venerdì 29 giugno), che porta per la prima volta al museo l’opera dell’artista napoletano nell’ambito del ciclo Incontri sensibili, dialogo tra artisti contemporanei e collezione storica di Capodimonte. La sensibilità plastica delle sue opere non è prigioniera di una specifica scuola o di una sola epoca artistica: il Rinascimento, il Seicento, l’Ottocento napoletano e l’astrattismo, scoperti proprio nella Reggia borbonica, sono ben coniugati nei suoi dipinti. La Motta si interessa a tutte le possibilità del linguaggio pittorico e rende la sua opera prova inconfutabile del ruolo che il Museo di Capodimonte ha avuto e continua ad avere sull’arte contemporanea.

Il polittico Genny (2007), dedicato al giovane Genny Cesarano ucciso dalla camorra il 6 settembre 2015, ad esempio dialoga con cinque opere di Capodimonte realizzate con varie tecniche (pittura, disegno, fotografia, ceramica), appartenenti ad epoche diverse.

Per tutto il weekend, inoltre, le sale del museo saranno animate dalle performance della Compagnia Arcoscenico e, come per tutte le domeniche, il M° Rosario Ruggiero guiderà i visitatori all’ascolto di brani pianistici nel Salone Camuccini per la rassegna Suggestioni musicali, a cura dell’associazione MusiCapodimonte.

 

Infine, si ricorda che per garantire la tutela delle opere d’arte e dare a tutti l’opportunità di godere al meglio della visita al museo, nelle domeniche ad ingresso gratuito, in considerazione della grande affluenza di pubblico, è vietato l’accesso ai gruppi organizzati.

Per informazioni: ufficio accoglienza 081 7499130 o mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it


Domenica 1 Luglio, ore 19.00 (Belvedere)

Luglio Musicale

partecipazione libera

Musica al tramonto sul Belvedere di Capodimonte per la terza edizione del Luglio musicale omaggio al glorioso Luglio musicale di Capodimonte riproposto, dopo il grande successo delle scorse edizioni, dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger con la musicologa Elsa Evangelista, la collaborazione dell’associazione Amici di Capodimonte onlus. Cinque concerti a ingresso gratuito al Belvedere del Real Bosco di Capodimonte, con la sua splendida vista sul golfo di Napoli, dedicati quest’anno a Gioachino Rossini, grande compositore pesarese ricordato per la celebre opera Il Barbiere di Siviglia, nel 150esimo anniversario dalla sua scomparsa

Quattro concerti alle ore 19.00 nelle domeniche di luglio (1, 8, 22 e 29) e un concerto-spettacolo sabato 14 luglio alle ore 21.00 con il M° Peppe Barra che propone il suo ultimo disco “E Cammina Cammina”, un omaggio al suo cammino artistico iniziato cinquant’anni fa.

Domenica 1 Luglio 2018, ore 19.00 (Belvedere) concerto di LORO DI NAPOLI su musiche di Rossini, Donizetti, Verdi, Puccini. Interpreti: Sabrina Sanza soprano, Francesca Di Sauro mezzosoprano, Francesco Auriemma baritono, Angelo Gazzaneo pianoforte.

Per saperne di più clicca qui.


Per raggiungere il Museo e Real Bosco di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 2.00 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti.