#Racconti dal Real Bosco. Contest ispirato alla fauna e alla flora del Real Bosco di Capodimonte

Per festeggiare la riapertura del Real Bosco di Capodimonte invitiamo i suoi visitatori a tornare a godere di questo spazio e rielaborare in chiave creativa i pensieri, le sensazioni e le emozioni che ciascuno di noi vive a contatto con la natura o con le sue rappresentazioni artistiche.
Partecipa al contest on-line #Racconti dal Real Bosco scegliendo un testo (scritto da te o selezionato da altri autori della letteratura), una fotografia, un disegno oppure entrambe, che presentino un legame con il Real Bosco di Capodimonte.

Raffaello e la sua bottega: indagini diagnostiche per una nuova mostra

Raffaello Sanzio (Urbino 1483-Roma 1520), artista straordinario del Rinascimento, ha raggiunto vertici di espressività e di raffinatezza assoluti.

Protagonista del suo tempo, ricerca una grazia e un’armonia perfetta, frutto di una elaborazione lunga e complessa, ancora più sorprendente perché solo all’apparenza ottenuta in modo spontaneo e naturale.

Al Museo e Real Bosco di Capodimonte, che ospita un patrimonio raffaellesco di grande rilievo, è in atto uno studio che ha lo scopo di approfondire il lavoro dell’artista e della sua bottega, e di mettere in luce la complessità della creazione di originali, multipli, copie, derivazioni.

I risultati della ricerca saranno presentati nel prossimo mese di giugno in un convegno internazionale e in una mostra che si terranno proprio al Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Campania in zona arancione: da lunedì 19 aprile riaprirà il Real Bosco di Capodimonte dal lunedì al venerdì

Con il passaggio della Regione Campania in zona arancione la Direzione é felice di annunciare la riapertura lunedì 19 aprile 2021 del Real Bosco di Capodimonte, dal lunedì al venerdì secondo i consueti orari (7.00-19.30). Il museo invece rimane chiuso fino a nuove indicazioni del Ministero, in base al piano delle riaperture nazionali.

La direzione del Museo e Real Bosco di Capodimonte, attenta a una fruizione rispettosa di questo grande giardino storico, invita i cittadini a una fruizione attenta alla sicurezza di se stessi e degli altri secondo le regole sanitarie (uso della mascherina da indossare anche all’aperto, distanziamento sanitario e divieto di assembramento).

Gino De Dominicis: Intervista a Lia Rumma

Nel mondo esistono e sono sempre esistite solo opere bidimensionali o tridimensionali; e alcune opere invisibili di Gino De Dominicis
Gino De Dominicis

 

Nato il 1° aprile 1945, ad Ancona, Gino De Dominicis è tra i grandi artisti italiani del secondo Novecento, autore della tavola Senza titolo del 1996-1997, conservata al Museo e Real Bosco di Capodimonte.
Nel suo percorso, l’artista ha affrontato costantemente i temi della morte e dell’eternità, della permanenza e della assenza, una visione binaria della realtà risolta nell’opera d’arte.
Risale al 1986 la prima mostra personale di De Domincis al Museo di Capodimonte. All’interno della Sala dei Camuccini realizzò un ambiente saturo di tracce di un discorso sul superamento della condizione mortale del corpo.

La dicotomia tra mortale e immortale, di cui l’opera è la sintesi, è nuovamente centrale in Calamita cosmica (1988), imponente installazione presentata nel 1996 nel cortile della Reggia di Capodimonte.
Nel giorno dell’anniversario della nascita di Gino De Dominicis ripercorriamo la sua ricerca con una intervista a cura di Luciana Berti alla gallerista Lia Rumma, legata all’artista da un rapporto di collaborazione e di amicizia.

Le ultime parole di Cristo: Riccardo Muti in dialogo con Massimo Cacciari tra Masaccio e Haydn

Giovedì 1° aprile alle ore 18.30 si terrà online sui canali di CUBO-Museo d’impresa del Gruppo Unipol, della Società editrice il Mulino e sulla pagina Facebook del Museo e Real Bosco di Capodimonte un dialogo in streaming tra il Maestro Riccardo Muti e il Professor Massimo Cacciari dal titolo Le ultime parole di Cristo.

In un incontro tra musica e filosofia, religione e arte, a offrire la trama del dialogo sono due opere: la Crocifissione di Masaccio e la partitura di Franz Joseph Haydn ispirata alle ultime parole pronunciate da Cristo sulla croce e composta per la cerimonia del Venerdì Santo. Intervengono anche Sylvain Bellenger direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte e Vittorio Verdone, direttore Corporate Communications and Media Relations del Gruppo Unipol.

Vaccinazioni alla Fagianeria nel Real Bosco e biglietti ridotti al Museo

Prenderanno il via giovedì 1 aprile 2021 le vaccinazioni al Covid Center nel Real Bosco di Capodimonte allestito nell’edificio della Fagianeria.

Sarà possibile inoculare sino a 1.200 dosi al giorno in 7 box vaccinali. Uno sforzo ulteriore che permette di raggiungere la capacità di somministrare 8.000 dosi al giorno nella sola ASL Napoli 1 centro, nel rispetto delle categorie e fasce d’età individuate dal piano vaccinale della Regione Campania.

Al Centro Vaccinale allestito nel Real Bosco di Capodimonte saranno chiamati subito i care-giver e poi i cittadini per fasce d’età, prediligendo i residenti nei quartieri limitrofi.

Allestita una sala con le riproduzioni dei capolavori della collezione e biglietti ridotti al Museo per i vaccinati.

Diventa mecenate: aiuta gli Amici di Capodimonte ad acquistare il Plateau con la decorazione di Ercole al bivio

Il Plateau in porcellana su cui è riprodotto il celebre dipinto Ercole al bivio di Annibale Carracci (1595-96), è un’opera unica della Real Fabbrica Ferdinandea, un vassoio in porcellana che grazie al vostro contributo potrà incrementare la collezione permanente del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

L’Associazione Amici di Capodimonte ha lanciato una campagna di crowdfunding per acquistare l’opera e donarla al Museo, nell’ambito delle loro attività di sostegno alle collezioni museali. Per raggiungere l’obiettivo c’è bisogno anche di te. Scopri come fare a diventare mecenate.

Immersioni nell’Arte. Al via la nuova rubrica social tra arte e biologia marina

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte e la SZN – Stazione Zoologica Anton Dohrn – Istituto Nazionale di Biologia, Ecologia e Biotecnologie Marine lanciano Immersioni nell’Arte, un ciclo di approfondimenti sui rispettivi canali social ufficiali nel segno della scienza tra dipinti, sculture, disegni e altre opere d’arte per parlare di biodiversità e cultura, specie e miti, curiosità legate al mare e alla bellezza.

Si inizia lunedì 22 marzo 2021 in occasione del World Water Day – Giornata Mondiale dell’Acqua con un post dedicato a La sorgente di Vincenzo Gemito.

12 appuntamenti in un anno per 12 post con contenuti curati in sinergia tra gli esperti d’arte del Museo e i biologi marini della SZN, pubblicati in contemporanea sui rispettivi canali social ufficiali Facebook e Instagram.

Insieme per raccontare la fauna e la flora marina del Mediterraneo, le caratteristiche del golfo di Napoli, i miti e le sirene, le curiosità scientifiche che emergono da una selezione di opere tra le tante custodite a Capodimonte, dalla pittura alla scultura, dalle arti applicate al disegno.

Campania Teatro Festival 2021 al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Il Real Bosco di Capodimonte sarà la sede principale della quattordicesima edizione del Napoli Teatro Festival che a partire proprio da questa edizione 2021, la quinta diretta da Ruggero Cappuccio, diventerà il Campania Teatro Festival, anticipando l’intenzione di estendere la manifestazione all’intera regione grazie all’impegno concreto della Regione Campania a sostegno di una rassegna multidisciplinare, organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Alessandro Barbano, che sa coniugare la cultura nazionale e internazionale con la bellezza di alcuni dei luoghi più suggestivi e simbolici del territorio campano.

Dal 12 giugno all’11 luglio 159 eventi per un mese di programmazione in luoghi all’aperto e in totale sicurezza, 10 sezioni, 70 debutti assoluti e 3 nazionali, anteprima il 19 marzo con il Maestro Riccardo Muti al teatro Mercadante.

Apre la mostra Paolo La Motta. Capodimonte incontra la Sanità

Apre la mostra Paolo La Motta. Capodimonte incontra la Sanità (dal 18 febbraio al 19 settembre 2021), a cura di Sylvain Bellenger e Maria Tamajo Contarini, promossa e organizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte in collaborazione con l’associazione Amici di Capodimonte Ets e realizzata grazie al sostegno della Regione Campania, con fondi europei Poc-Programma operativo complementare 2014-2020, su progetto di allestimento dell’architetto Lucio Turchetta e coordinamento di Maria Flavia Lo Regio.

Le arance e i mandarini del Giardino Torre donate ad Emergency per il progetto Nessuno escluso

Finiranno sulle tavole delle famiglie disagiate e di quelle persone che più hanno pagato e stanno pagando le conseguenze economiche della pandemia da Coronavirus le arance e i mandarini del Giardino Torre, il frutteto reale nel Real Bosco di Capodimonte, l’ultimo giardino produttivo rimasto attivo, uno scrigno di biodiversità prossimo alla riapertura al pubblico.

I volontari di Emergency insieme agli operai della ditta Euphorbia che si occupa della cura del verde nel Real Bosco raccolgono gli agrumi per donarli al progetto “Nessuno escluso” nella città di Napoli.

Un falco e un gheppio salvati e curati, liberi di volare nel Real Bosco di Capodimonte

Il Servizio Veterinario dell’Asl Napoli 1 Centro libera un falco pellegrino e un gheppio nelle praterie del Real Bosco di Capodimonte, dopo averli salvati e curati.

Hanno ritrovato la libertà per tornare finalmente a volare felici giovedì 11 febbraio 2021 alla presenza del direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e di Ciro Verdoliva, direttore dell’Asl Napoli 1 Centro.

FAI Campania e Museo e Real Bosco di Capodimonte insieme alla riscoperta del Real Bosco

Il FAI Campania e il Museo e Real Bosco di Capodimonte insieme alla riscoperta del Real Bosco in un webinar di formazione per docenti di ogni ordine e grado, mercoledì 10 febbraio 2021, alle ore 17-19.

Riscoprire il Real Bosco di Capodimonte per ritrovare le radici e l’identità di Napoli, grande città portuale e capitale di un grande Regno nelle parole del direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, del professor Carmine Guarino, docente di Botanica sistematica all’Università del Sannio, degli architetti Anna Capuano ed Eva Serpe (Dipartimento di architettura del Museo e Real Bosco di Capodimonte) e di Valter Luca de Bartolomeis, dirigente Istituto ad indirizzo raro Caselli e Real Fabbrica di Capodimonte, introdotti dal Presidente FAI Campania Michele Pontecorvo.

Laboratorio di disegno al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Giovedì 11 febbraio e venerdì 12 febbraio 2021 riprendono gli appuntamenti al Museo e Real Bosco di Capodimonte con il laboratorio di disegno a cura di Caroline Peyron, artista francese che da molti anni lavora sul disegno come strumento per insegnare a guardare le opere nei musei.
Il laboratorio Objets inanimés, avez-vous donc une âme? Oggetti inanimati, avete un’anima? alla sua XI edizione, è promosso e sostenuto da Amici di Capodimonte Ets e si rivolge ad un pubblico vasto ed eterogeneo, raccogliendo intorno alle opere d’arte adulti e ragazzi, persone che sanno disegnare e chi non si è mai cimentato con il disegno.

Apre la mostra Francesco Jacovacci: L’Ottocento e la pittura di storia

Apre la mostra L’Ottocento e la pittura di storia: Francesco Jacovacci a cura di Maria Tamajo Contarini per il ciclo L’Opera si racconta che porta all’attenzione del pubblico il dipinto di Francesco Jacovacci Michelangelo sul letto di morte di Vittoria Colonna (1880), restaurato grazie al sostegno dell’associazione Amici di Capodimonte Ets.

Presenti alla conferenza stampa il direttore Sylvain Bellenger, la curatrice Maria Tamajo Contarini, la restauratrice Karin Tortora ed Errico di Lorenzo, presidente dell’associazione Amici di Capodimonte che ha sostenuto la realizzazione della mostra, Carmine Romano responsabile del progetto digitalizzazione del museo per l’ideazione del video sulla mostra con la regia di Rossella Grasso, l’architetto Rosa Romano curatore dell’allestimento.