Riapre il Museo di Capodimonte. Un biglietto omaggio per un accompagnatore

Lunedì 18 gennaio 2021 riapre il Museo di Capodimonte. Ricominciamo insieme: 1 + 1 free.
Un biglietto omaggio a chi visita il Museo e Real Bosco di Capodimonte in compagnia per tutta la prima settimana di riapertura dei musei da lunedì 18 gennaio fino al 22 gennaio 2021 compreso il mercoledì per ‘ripartire insieme’ dall’arte e dalla cultura.

Lunedì 18 gennaio alle ore 12.00, inoltre, sarà inaugurata una nuova mostra L’Ottocento e la pittura di storia: Francesco Jacovacci a cura di Maria Tamajo Contarini per il ciclo L’Opera si racconta.

Sull’identità del ‘pretino’ di Vincenzo Gemito, modellato a Capri nel 1881

Un nuovo approfondimento online Sull’identità del ‘pretino’ di Vincenzo Gemito, modellato a Capri nel 1881 a cura di Lucia Arbace, già Soprintendente per i Beni Artistici, direttore regionale dei musei di Abruzzo e Molise e direttore del Munda (Museo Nazionale d’Abruzzo) all’Aquila.

La misteriosa identità del bronzo, enigma irrisolto, e la storia del riconoscimento dell’identità di un piccolo incantevole capolavoro dello scultore napoletano.

Appuntamento con il Restauro a Capodimonte. Hackert, Anders e la querelle sull’uso della vernice

Un nuovo approfondimento online con la storia del restauro dei dipinti delle collezioni del museo dal Settecento al Novecento, attraverso lo sguardo di restauratrici e restauratori che nelle opere cercano le tracce degli interventi del passato e i segni materiali di tante storie che si intrecciano e ci restituiscono una realtà multiforme, portando alla luce personaggi che ricorrono nelle attività della corte e del museo.

Dopo il primo intervento introduttivo di Angela Cerasuolo, responsabile del Dipartimento, Alessia Zaccaria del Dipartimento di Restauro del Museo e Real Bosco di Capodimonte ci parla della Lettera di Hackert, della venuta a Napoli di Anders “restauratore d’oltralpe”, dei restauri alla quadreria di Capodimonte e della storica querelle sull’uso della vernice.

Podcast audio per la Giornata internazionale delle persone con disabilità

Giovedì 3 Dicembre 2020 – Giornata internazionale delle persone con disabilità – il Museo e Real Bosco di Capodimonte rinnova il suo saldo legame con i visitatori, nella nuova rubrica digitale e grazie ai podcast audio dedicati alle persone con disabilità, in particolare alle persone cieche o ipovedenti, sul sito web e sui profili social del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Scene di vita del Regno di Napoli nelle opere di Luigi del Giudice

Le opere di Luigi del Giudice raccontate da Katia Fiorentino, storica dell’arte, già funzionario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Pittore e miniatore della Real Fabbrica di Porcellana di Napoli, ingiustamente trascurato dalla critica, Luigi del Giudice (Napoli 1764 ca – post 1829) illustra con accuratezza di particolari la movimentata vita che si svolgeva nelle varie contrade del Regno di Napoli, preziosa testimonianza delle tradizioni locali del Paese.

Due orologi ‘all’egizia’ della Real Fabbrica di Napoli

Due orologi ‘all’egizia’ della Real Fabbrica di Napoli raccontati da Gian Giotto Borrelli, docente di Storia del restauro e delle tecniche artistiche in età Medievale e Moderna presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Le vicende della lunga lavorazione di due orologi dai materiali e tecniche inconsueti, frutto dell’evoluzione stilistica della Real Fabbrica di Napoli che accolse le nuove istanze neoclassiche di ispirazione all’arte antica.

Weekend del 31 ottobre e 1 novembre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Weekend del 31 ottobre e 1 novembre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte con la possibilità di visitare le mostre Vincenzo Gemito. Dalla scultura al disegnoNapoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, Christiane Löhr incontra Capodimonte e Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, la Collezione Farnese, il Corridoio barocco e del Settecento, la Galleria delle arti a Napoli dal Trecento al Settecento, la sezione di arte contemporanea.

La mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura (Sala Causa) sarà visitabile nel weekend dalle ore 10.00 alle 18.00.

Le performance a cura di MusiCapodimonte allieteranno la visita al museo, e il Real Bosco, luogo unico di incantevole bellezza, vi sorprenderà per le sue meraviglie tutte da scoprire.

L’uso della mascherina è obbligatorio sia per la visita al museo che per la passeggiata nel Real Bosco.

La cura del Bosco: Le nuove piantumazioni nel Giardino Tardobarocco

La cura del Real Bosco è essenziale per preservarne la naturale bellezza. Le nuove piantumazioni nel Giardino Tardobarocco sono parte dei lavori di Riqualificazione Paesaggistica, Restauro e Valorizzazione Funzionale del Complesso Monumentale del Real Bosco di Capodimonte.

Con l’inizio della stagione autunnale le squadre di giardinieri del Real Bosco hanno ripreso i lavori di piantumazione che porteranno, entro i primi di novembre, al reimpianto di 2000 bossi (Buxus sempervirens L.) per la ricostruzione degli storici parterre del giardino tardobarocco e altri 1000 tra alberi e cespugli di leccio (Quercus ilex L.), in aggiunta ai mille già messi a dimora durante il lockdown del marzo scorso.

Weekend del 24 e 25 ottobre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Weekend del 24 e 25 ottobre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte con la possibilità di visitare le mostre Vincenzo Gemito. Dalla scultura al disegnoNapoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, Christiane Löhr incontra Capodimonte e Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, la Collezione Farnese, il Corridoio barocco e del Settecento, la Galleria delle arti a Napoli dal Trecento al Settecento, la sezione di arte contemporanea.

La mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura (Sala Causa) sarà visitabile nel weekend dalle ore 10.00 alle 18.00.

Obbligo di visita con mascherina anche all’aperto.

Sangue, passione e prigionia: la vita di Artemisia Gentileschi è nei suoi dipinti

L’articolo di Eleanor Nairne apparso sul New York TimesSangue, passione e prigionia: la vita di Artemisia Gentileschi è nei suoi dipinti, pone l’accento sulla forza ribelle di Artemisia Gentileschi, e su quanto la biografia di un artista trovi espressione nelle sue opere.

Il caso di Artemisia Gentileschi, vittima di violenza ed esposta pubblicamente al giudizio dei suoi contemporanei costringe a riflettere sulla carica emozionale delle sue opere, in particolare del dipinto Giuditta che decapita Oloferne della collezione del Museo e Real Bosco di Capodimonte, esposto a Londra accanto alla versione conservata nella Galleria degli Uffizi a Firenze, fino al 24 gennaio 2021.

Weekend dal 16 ottobre al 18 ottobre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Weekend dal 16 ottobre al 18 ottobre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte con l’apertura straordinaria di venerdì 16 ottobre dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso alle ore 21.30) con biglietto a 2 euro e la possibilità di visitare le mostre Vincenzo Gemito. Dalla scultura al disegnoNapoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, Christiane Löhr incontra Capodimonte e Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, la Collezione Farnese, il Corridoio barocco e del Settecento, la Galleria delle arti a Napoli dal Trecento al Settecento, la sezione di arte contemporanea e l’Ottocento privato.

La mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura (Sala Causa) sarà visitabile nel weekend dalle ore 10.00 alle 18.00.

Tanti gli imperdibili appuntamenti del weekend che allieteranno grandi e piccini.

Obbligo di visita con mascherina anche all’aperto.

Santiago Calatrava a Capodimonte per produrre opere in porcellana per la Chiesa di San Gennaro nel Real Bosco

L’architetto Santiago Calatrava torna a Capodimonte per produrre le sue opere in porcellana destinate alla Chiesa di San Gennaro nel Real Bosco per la sua prossima riapertura.

Lo farà, nei prossimi giorni, con l’aiuto dei maestri ceramisti e degli studenti dell’Istituto ad indirizzo raro Caselli-De Sanctis, che ha sede proprio nel Real Bosco di Capodimonte nell’edificio dove sorgeva la storica Manifattura della Porcellana, nei pressi della Chiesa e del Cellaio che ospita le sue opere in ceramica prodotte nel corso degli anni a Manises, grande scuola ceramica europea, vicino alla sua città di origine Valencia.

Apre la mostra Luca Giordano, dalla Natura alla Pittura

Apre la mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pitturaa cura di Stefano Causa Patrizia Piscitello, da un’idea di Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte e di Christophe Leribault, direttore del Petit Palais di Parigi, dove si è svolta la prima esposizione dal titolo Luca Giordano. Le triomphe de la peinture napolitaine (14 novembre 2019 al 23 febbraio 2020) che, insieme alla mostra su Gemito, ha completato “la stagione napoletana” dell’autunno 2019 nel cuore della capitale francese.

Alla conferenza stampa il direttore Sylvain Bellenger, i curatori Stefano Causa Patrizia Piscitello, l’architetto dell’allestimento Roberto Cremascoli (Cor Arquitectos) e Stefano Gargiulo (Kaos Produzioni) autore dell’installazione multimediale interattiva che mostra alcuni dei luoghi e delle opere affrescate dall’artista a Napoli: nella chiesa di San Gregorio Armeno, di Santa Brigida, alla Certosa di San Martino e nei Girolamini.

Weekend dal 9 ottobre al 11 ottobre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte

Weekend dal 9 ottobre al 11 ottobre 2020 al Museo e Real Bosco di Capodimonte con l’apertura straordinaria di venerdì 9 ottobre dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso alle ore 21.30) con biglietto a 2 euro e la possibilità di visitare le mostre Vincenzo Gemito. Dalla scultura al disegnoNapoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, Christiane Löhr incontra Capodimonte e Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, la Collezione Farnese, il Corridoio barocco e del Settecento, la Galleria delle arti a Napoli dal Trecento al Settecento, la sezione di arte contemporanea e l’Ottocento privato.

La mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura (Sala Causa) sarà visitabile nel weekend dalle ore 10.00 alle 18.00 e a partire dal prossimo venerdì 16 ottobre 2020 anche durante l’apertura serale straordinaria.

Tanti gli imperdibili appuntamenti del weekend che allieteranno grandi e piccini.

Obbligo di visita con mascherina anche all’aperto.

La Deposizione di Cristo di Luca Giordano. Il restauro

Il restauro della tela dell’artista Deposizione di Cristo collocata nella cappella del Pio Monte della Misericordia sull’altare dedicato all’opera di misericordia seppellire i defunti, in occasione della mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura (8 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021) a cura di Stefano Causa e Patrizia Piscitello.

Il restauro è accompagnato da una campagna diagnostica realizzata per valutare lo stato di conservazione del dipinto e per studiare la tecnica esecutiva e i materiali impiegati.