Incontri sensibili, inaugurazione, social

Bourgeois e Guarino. Incontri Sensibili in mostra a Capodimonte

Dopo il grande successo dell’inaugurazione di sabato scorso, è aperta al pubblico dal 26 marzo al 17 giugno la mostra  Incontri sensibili, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio.

Per la prima volta in Italia è esposta l’opera Femme couteau (2002) di Louise Bourgeois in dialogo con il Martirio di Sant’Agata, opera seicentesca di Francesco Guarino.

Il Direttore Sylvain Bellenger ha raccontato di come è nata l’idea della mostra, un dialogo tra due opere distanti più di trecento anni ma che rimandano entrambe a donne colpite nella loro femminilità.

Mimmo Paladino

Gli elementi del contemporaneo. Quante forme ha l’acqua?

Domenica 26 marzo alle ore 11.00 inizia il ciclo di laboratori Gli elementi del contemporaneo che si terrà ogni ultima domenica del mese, curato dagli storici dell’arte dei Servizi Educativi di Capodimonte e destinato alle famiglie con bambini di età compresa fra i 6 e gli 11 anni, che potranno parteciparvi gratuitamente, con il solo biglietto di ingresso del Museo.

Una serie di attività ludico-artistiche pensate per grandi e piccini, in cui l’arte e il gioco vengono utilizzati per stimolare la creatività e l’attenzione nei più piccoli, dando ai genitori il piacere di interagire con loro attraverso esperienze divertenti e significative.

Conversazioni Bellenger_social

La terra è blu come l’arancia. Conversazioni cromatiche con Sylvain Bellenger

La terra è blu come l’arancia (Paul Eluard)

Iniziano con una citazione poetica le Conversazioni Cromatiche su Napoli, appuntamenti illustri per raccontare Napoli e raccontarsi nel proprio rapporto con la città attraverso un colore, con il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, che hanno visto gli spazi della galleria per le arti contemporanee Intragallery a Chiaia, stracolmi di persone, intervenute lunedì 20 marzo.

Incontri sensibili, social

Louise Bourgeois e Francesco Guarino. Incontri sensibili

Sabato 25 marzo alle ore 11.00 al Museo di Capodimonte sarà inaugurata la mostra Incontri sensibili, aperta al pubblico dal 26 marzo al 17 giugno, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio, dove verrà esposta per la prima volta in Italia l’opera Femme couteau (2002) di Louise Bourgeois in dialogo con il Martirio di Sant’Agata, opera seicentesca di Francesco Guarino.

Donne colpite nella loro femminilità. L’eroina cristiana Sant’Agata coi seni mutilati che guarda fiera e sensuale il suo spettatore incontra la figura giacente della Bourgeois, vittima dal corpo mutilato della testa e degli arti, su cui incombe la lama minacciosamente in bilico della violenza ancora in agguato.

XXII giornata vittime mafie, social

Testimoni di bellezza nella XXII Giornata in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Martedì 21 marzo il Museo e Real Bosco di Capodimonte è tra i luoghi di speranza e testimoni di bellezza che aderiscono alla XXII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca in tutte le scuole e luoghi di cultura.

 

Anche quest’anno, con l’inizio della primavera, simbolo di rinascita, ricorderemo insieme le vittime innocenti delle mafie per rimanere al fianco dei familiari delle vittime, costruire insieme una memoria collettiva che sia fonte di impegno e giustizia.

Conversazioni cromatiche

Conversazioni Cromatiche su Napoli con Sylvain Bellenger

Lunedì 20 marzo alle ore 18.30 negli spazi della galleria per le arti contemporanee Intragallery a Chiaia si terrà il primo appuntamento della terza stagione delle Conversazioni Cromatiche su Napoli con il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger.
Incontri di grande interesse per la città, pubblici e gratuiti, le Conversazioni Cromatiche hanno visto negli anni protagonisti Franco Arminio (scrittore e poeta), Maurizio de Giovanni (scrittore), Mauro Giancaspro (bibliofilo), Paolo Giulierini (Direttore del Mann), Lorenzo Marone (scrittore), Aldo Masullo (filosofo), Giovanna Mozzillo (scrittice) e Pietro Treccagnoli (giornalista).

Un appuntamento che potrete seguire anche sui nostri canali social.

InstaMeet, social

Il primo Instameet al Museo di Capodimonte

L’11 marzo dalle ore 10.00 alle 13.00 si terrà il primo InstaMeet al Museo di Capodimonte.

Un evento organizzato insieme alla community di Igers Napoli che potrete seguire in diretta sui nostri social.

Gli Instagramers si incontreranno per la prima volta qui per scattare foto, girare video insieme e condividerle, un modo per connettersi, esplorare e diffondere la propria creatività.

Alberto Burri, social

Oggi è il compleanno di… Alberto Burri

Domenica 12 marzo alle ore 11.00 al Museo di Capodimonte vi invitiamo a festeggiare il compleanno di Alberto Burri! 

Ancora un’occasione per riscoprire la sezione di Arte Contemporanea del museo, unico esempio di museo di arte antica in Italia che vanta una sezione di contemporaneo, inaugurata nel 1996 e recentemente riaperta dopo la risistemazione degli ambienti espositivi e mirati interventi di conservazione delle opere.

Nella suggestiva sala che ospita il Grande Cretto Nero ripercorreremo la storia della collezione, nata e sviluppatasi nel tempo grazie ad un intenso e coraggioso dialogo intrapreso dal Museo di Capodimonte con il presente dell’arte, a partire dal 1978 con la mostra antologica dedicata proprio ad Alberto Burri ed arricchitasi con l’attività espositiva di artisti di fama internazionale che si sono confrontati, tranne in rare eccezioni,  con gli spazi e le opere del museo.

oggi-e-il-compleanno-guido-reni-social

Manda tutto a Monte, vai a Capodimonte!

Martedì 21 febbraio alle ore 12.00 in sala Burri Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, presenterà i Servizi Educativi del museo.

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte nella nuova gestione ha messo al centro della sua missione il rapporto con il pubblico e la sua funzione educativa.

Presenta un’offerta di qualità rivolta a tutti i tipi di pubblico che approfondisce aspetti e tematiche che vogliono rendere la visita a Capodimonte un’esperienza unica, ricca di emozioni.

San Valentino al museo - social

San Valentino. L’amore narrato al Museo di Capodimonte

Martedì 14 febbraio alle ore 11.00 per festeggiare San Valentino il Museo di Capodimonte vi propone l’amore dipinto e l’amore narrato, un viaggio tra arte, mito e letteratura nei capolavori della Collezione Farnese a cura dei Servizi Educativi.

Un invito all’amore e alla passione per l’arte per lasciarsi conquistare dalle seducenti opere del Museo di Capodimonte.

 

Non sia mai ch’io ponga impedimenti

All’unione di due anime fedeli: Amore non è Amore

Se muta quando scopre un mutamento

O tende a svanire quando l’altro s’allontana…

Innamòrati

Innamòrati / innamoràti di Napoli a Capodimonte

Domenica 12 febbraio alle ore 10.45 per la seconda edizione di Innamòrati / Innamoràti di Napoli Sergio Fermariello, tra i massimi esponenti dell’arte napoletana e internazionale degli ultimi trent’anni, ci racconterà l’opera Guerrieri esposta nella sezione contemporanea del Museo di Capodimonte.

Cicerone illustre del programma di visite dell’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli, Fermariello ci farà innamorare di Capodimonte.

A seguire una guida turistica abilitata della Regione Campania accompagnerà i partecipanti in visita al Museo.

Van Gogh ritrovato e narrato - social

Van Gogh ritrovato e narrato

Tutti i giorni dal 12 al 26 febbraio alle 11.00 e alle 16.00 al Museo e Real Bosco di Capodimonte gli addetti ai Servizi Educativi vi racconteranno la straordinaria storia dei due dipinti di Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra.

Un’occasione imperdibile per accostarsi all’opera di uno dei più celebri artisti di sempre, che al pari di Caravaggio incarna il dramma del destino e della fragilità umana.

La Marina di Scheveningen e la Congregazione che esce dalla Chiesa Riformata di Nuenen saranno esposte al pubblico per tre settimane al secondo piano del Museo, senza alcuna maggiorazione del biglietto di ingresso, come avvenuto per la mostra di Vermeer.

Van Gogh - Inaugurazione - social

Van Gogh. Il racconto di una giornata di riscatto

Dopo il grande successo della conferenza stampa apre oggi al pubblico la mostra voluta dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger sui capolavori ritrovati di Van Gogh che saranno esposti a capodimonte fino al 26 febbraio, prima del rientro ad Amsterdam.
Una storia di amore per l’arte, di generosità, di orgoglio e arricchimento per ognuno di noi che ci aiuta a mantenere vivi speranza e coraggio.

Van Gogh - social

Van Gogh. I capolavori ritrovati

Martedì 7 febbraio saranno esposti per tre settimane al Museo e Real Bosco di Capodimonte, prima di tornare in Olanda, i due dipinti di Vincent Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra, a settembre dello scorso anno.

L’esposizione delle tele, accolta con entusiasmo dal Museo olandese, è promossa dal Ministero dei beni e delle Attività Culturali e Turismo, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e finanziata dalla Regione Campania. Il progetto è attuato dalla Scabec Spa, con l’organizzazione a cura di Electa, senza alcuna maggiorazione del prezzo di ingresso, come avvenuto per la mostra di Vermeer.

Van Gogh - cs - social

Van Gogh. I capolavori ritrovati. Conferenza stampa

Dal 7 febbraio 2017 per soli 20 giorni saranno esposti in esclusiva per il pubblico del Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli i due dipinti di Vincent Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam da due malviventi e ritrovati in Italia in un covo della camorra nel settembre 2016 grazie al lavoro della Guardia di Finanza e della Procura di Napoli.

I dipinti saranno esposti al secondo piano del museo accanto alla Sala del Caravaggio fino al 26 febbraio 2017.