Il weekend 27-28 luglio 2019 a Capodimonte tra arte, cinema e musica

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte vi aspetta nel weekend del 27 e 28 luglio 2019 con l’ultimo concerto della rassegna Luglio musicale al Belvedere (nel CORTILE MONUMENTALE DELLA REGGIA), i film della rassegna cinematografica all’aperto Pittori di Cinema  (RINVIATA A LUNEDI’ 29 LUGLIO ORE 21.00 PER ALLERTA METEO LA PROIEZIONE DEL FILM “AMARCORD” DI FEDERICO FELLINI) e le mostre in corso Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivereJan Fabre Oro Rosso. Sculture d’oro e corallo, disegni di sangue e la mostra Canova un restauro in mostra.

 

 

Non perdete l’opportunità di visitare il Museo e Real Bosco di Capodimonte nel weekend: potete vedere il primo piano del Museo,  e la mostra Canova, un restauro in mostra dalle 8.30 alle 19.30 con la collezione Farnese e la Galleria delle cose rare (la biglietteria chiude un’ora prima, alle 18.30) e il secondo piano dalle 9.30 alle 17.00 con le mostre in corso Jan Fabre Oro Rosso. Sculture d’oro e corallo, disegni di sangue (fino al 15 settembre 2019) e Depositi di Capodimonte. Storie ancora da scrivere (fino al 30 settembre 2019).

 


 

Ultimo appuntamento con la rassegna “Luglio musicale” a Capodimonte, antica tradizione sinfonica creata da Raffaello Causa il 6 luglio 1958, e riportata in vita quattro anni fa dal direttore Sylvain Bellenger, sotto la direzione artistica di Elsa Evangelista.
Domenica 28 luglio 2019, a partire dalle ore 19.00, l’area del Belvedere farà da scenario al Recital del pianista Yves Henry, riconosciuto come uno dei massimi esecutori di Chopin e Liszt, grazie alla sua esperienza con strumenti dell’era romantica.  Vincitore di sette primi premi in concorsi internazionali,  Yves Henry, nel 1981, dopo essersi specializzato con Aldo Ciccolini per tre anni, vince il Primo Gran Premio al Concorso Internazionale Robert Schumann di Zwickau, confermando la sua carriera internazionale. Nel gennaio 2010, è stato promosso al grado di Ufficiale nell’Ordine delle Arti e delle Lettere.

Ecco, in dettaglio, il programma di domenica 28 luglio, ore 19.00 (NEI CORTILI MONUMENTALI DELLA REGGIA)

Recital del pianista Yves Henry

La Note Bleue – da Chopin a Debussy

Frédéric Chopin: Nocturne op. 27 n° 2
Maurice Ravel: Mouvement de menuet da Sonatine
Frédéric Chopin: Nocturne op. 27 n° 1
Maurice Ravel: Finale Animé da Sonatine
Frédéric Chopin: Barcarolle op. 60
Claude Debussy: Poissons d’or
Frédéric Chopin: Mazurka op. 50 n° 3
Claude Debussy: Clair de lune
Gabriel Fauré: Nocturne n° 6
Claude Debussy: L’Isle joyeuse

 

 

Yves Henry

Nato nel 1959, Yves Henry ha studiato con Pierre Sancan al Conservatorio di Parigi seguendo diverse altre classi.

E’ vincitore di sette primi premi in concorsi internazionali. Nel 1981, dopo essersi specializzato con Aldo Ciccolini per tre anni, vince il Primo Gran Premio al “Concorso Internazionale Robert Schumann” di Zwickau, confermando la sua carriera internazionale.
Nel gennaio 2010, è stato promosso al grado di Ufficiale nell’Ordine delle Arti e delle Lettere.

La sua recente discografia presenta un album di Liszt nel 2011; nel 2014 un doppio CD dedicato alla ricostituzione dell’ultimo concerto di Chopin a Parigi (consigliato da France Musique) e, nel 2015, un programma Liszt – Schumann – Chopin registrato su pianoforti storici. Nel 2017, insieme al suo album intitolato Orchestral Piano Works , contenente anche sue trascrizioni, ha pubblicato un cofanetto con 4 CD delle opere complete composte da Chopin in Nohant tra il 1839 e il 1846.

Membro del Comitato del programma dell’Istituto Chopin di Varsavia, in occasione del bicentenario di Chopin nel 2010, ha ricevuto il premio “Gloria Artis” dal governo polacco per il suo contributo all’Anno Chopin in Francia. Ha anche pubblicato un libro – CD intitolato Les Étés de Frédéric Chopin à Nohant.

Dal 2011 è presidente del “Nohant Festival Chopin”, dopo quindici anni come direttore artistico.

 


 

 

Sabato 27 e domenica 28 luglio 2019 alle ore 21.00, le praterie antistanti la Fagianeria si trasformano in una grande area estiva allestita con sedie a sdraio, sedie da regista e stuoie.

Pittori di cinema è il tema di quest’anno: sei pellicole dedicate al principio della trasversalità nell’arte, ovvero una selezione di film realizzati da registi divenuti artisti e, viceversa, artisti che trasferiscono il loro linguaggio creativo nella regia.

A partire dalle avanguardie artistiche, la sperimentazione visuale dall’arte al cinema, arriva fino alle esperienze contemporanee in cui spesso i due modi di fare arte si integrano.

Scopri tutto il programma su www.museocapodimonte.beniculturali.it/pittori-di-cinema-proiezioni-gratuite-nel-bosco-dal-23-al-28-luglio-2019-alle-ore-21-00/

 

 

I film del weekend sono:

 

sabato 27 luglio, ore 21.00

Roma
Alfonso Cuaròn
con Yalitza Aparicio, Marina de Tavira, Marco Graf
Messico – USA, 2018/ durata 135 minuti


 

domenica 28 luglio, ore 21.00 (RINVIATO A LUNEDI’ 29 LUGLIO ORE 21.00 PER ALLERTA METEO)

Amarcord
Federico Fellini
con Bruno Zanin, Pupella Maggio, Armando Brancia
Italia – 1973/ durata 127 minuti


 

L’Ingresso è da Porta Miano

La Partecipazione è libera e gratuita

Il pubblico è invitato a portarsi un telo o una copertina da casa per sedersi sui prati

 


 

 

MusiCapodimonte

Come ogni weekend, l’associazione MusiCapodimonte allieterà il pubblico con musica e performance.

Sabato 27 e domenica 28 luglio 2019 il M° Rosario Ruggiero accoglierà i visitatori nella sala della pittura emiliana del Cinquecento (sala 12, al primo piano) a partire dalle ore 10.30 fino alle 12.30, svelando forme e significati di brani musicali classici e moderni.

Sabato 27 luglio le sale del museo saranno animate dalla performance della Compagnia Arcoscenico con Rodolfo Fornario e Antonella Quaranta.

 

 

Seguite gli aggiornamenti sui nostri canali social