Santiago Calatrava Nella luce di Napoli

dal 6 dicembre 2019 al 10 maggio 2020 (Prorogata fino al 13 gennaio 2021)

 

Quattrocento opere – sculture, disegni, maquette – di una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni: arriva a Napoli, nel Museo e Real Bosco di Capodimonte, la mostra di Santiago Calatrava, architetto, ingegnere, pittore, scultore, disegnatore, artista a tutto tondo.

Spirito inquieto alla continua ricerca di un equilibrio tra volume e luce, i due elementi essenziali del suo concetto di architettura (un gioco armonioso di equilibrio dei volumi sotto la luce nella definizione di Auguste Rodin nel suo libro Les Cathédrales de France, 1914).

La mostra a Capodimonte, divisa tra il secondo piano del Museo e l’edificio del Cellaio nel Real Bosco, sottolinea già nel titolo questo elemento: Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli (dal 6 dicembre 2019 al 10 maggio 2020 – prorogata fino al 13 gennaio 2021), ma anche l’amore dell’artista per la città, culla e porto del Mediterraneo, crocevia di culture e civiltà differenti.

Un’esposizione curata dal direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e  Robertina Calatrava, moglie dell’artista, e sostenuta dalla Regione Campania grazie ai fondi europei POC Programma Operativo Complementare 2014-2020, organizzata dalla Scabec, società regionale dei beni culturali, e realizzata proprio in collaborazione con lo Studio Calatrava.

Opening giovedì 5 dicembre 2019, apertura al pubblico dalle ore 19.30 alle 22.30 (la biglietteria chiude alle 21.30) con ingresso a 1 euro.

Corse serali straordinarie della navetta Shuttle Capodimonte (ultima corsa da Piazza Trieste e Trento alle ore 20.15 e da Capodimonte alle ore 22.40) secondo le consuete tariffe.

 

Scopri tutto sulla mostra Santiago Calatrava Nella luce di Napoli